Visualizzazione post con etichetta Asus. Mostra tutti i post

Asus N55U e Fastweb - Parametri per configurare internet e impostare modem

Come configurare Modem/Router ASUS DSL N55U con Fastweb? Ecco i parametri corretti funzionani al 100% e testati - Valida anche per ASUS DSL-N66U

Attualmente uno dei migliori modem/router ADSL, per stabilità, velocità e copertura del segnale, è senz'altro il modello ASUS DSL-N55U, disponibile nelle versioni Annex A e D1. C'è però un problema con il provider Fastweb, perché evidentemente i parametri preimpostati da ASUS risultano errati, magari non sono aggiornati, e quindi la connessione a internet non funziona.

Prima di acquistarlo, avevo già letto su internet che molte persone lamentavamo questo problema, ma ho anche letto su forum vari che si risolve facilmente impostando i parametri di Fastweb corretti, nel menù di configurazione del modem ASUS N55U. Solo che c'erano delle informazioni poco chiare circa i parametri da inserire per far funzionare il modem con Fastweb, pertanto dopo aver perso una mezzoretta, ho trovato le impostazioni giuste e voglio condividerle con voi.


I passaggi di questa guida sono:
  1. accesso alla pagina di configurazione
  2. login con username e password
  3. apertura scheda WAN
  4. configurazione modem ASUS N55U con i corretti parametri di Fastweb
Vediamo tutti questi passaggi uno ad uno.

Come configurare con Fastweb

Do per scontato che abbiate già acceso il modem e collegato correttamente i vari cavi, tra cui quello della linea ADSL, usando l'apposito filtro.

Accesso alla pagina di configurazione del modem ASUS N55U

Consiglio di eseguire la prima configurazione tramite cavo di rete, quindi collegatelo ed accendete il PC. Aprite un browser, io uso Google Chrome ma va bene uno qualsiasi, quindi accedete al seguente indirizzo:
[ads-post]
Questo è quindi l'indirizzo per accedere al pannello di controllo del modem ASUS N55U.

Username e Password per accesso pagina configurazione

Se avete connesso bene il modem, verrà mostrata una finestra in cui vi chiede la username e la password per poter accedere alle impostazioni del modem. Eccoli qua:
  • Username: admin
  • Password: admin
Inserite entrambe e premete su OK, quindi verrà aperta la pagina di settaggio del router/modem ADSL. Seguite pure la configurazione guidata, selezionando come provider Fastweb, ma la connessione a internet non funzionerà, perché i parametri sono sbagliati.

Impostazioni ISP provider Fastweb

Per poter configurare manualmente i parametri della connessione internet, in basso a sinistra fate click sulla voce "WAN". A questo punto vi apparirà la schermata che potete vedere in basso, e usate questi parametri:

PROTOCOLLO DI COMUNICAZIONE WAN

Protocollo: ADSL WAN (ATM)
PVC unit: Internet
Abilita?: Si

PVC SETTINGS

VPI: 8
VCI: 36
Categoria servizio: UBR
PCR: 0

CONFIGURAZIONE DI BASE

Versione IP: IPv4
Tipo di connessione WAN: Automatic IP
Abilita UPnP?: Si

802.1Q

Abilita?: No
VLAN ID: 0

AUTENTICAZIONE 802.1X

Abilita?: No
Autenticazione EAP: LASCIARE VUOTO
Metodo di autenticazione EAP: NULLA NON SI MODIFICA

IMPOSTAZIONI IP GENERALI

Modalità di incapsulamento: 1483 Bridged IP LLC
Rotta predefinita: No (ANCHE SU SI FUNZIONA)
MTU: 1492

IMPOSTAZIONI IPv4

Connettere automaticamente al server DNS?: No
Server DNS 1: 8.8.8.8
Server DNS 2: 8.8.4.4
Abilita NAT: Si

REQUISITI SPECIALI DELL'ISP

Nome Host: LASCIATE VUOTO
Indirizzo MAC: LASCIATE VUOTO O INSERITE QUELLO DEL MODEM FASTWEB ORIGINALE e CLICCATE SU CLONA

Parametri Fastweb ASUS N55U inseriti

Fatto. Cliccate su SALVA, ed attendete qualche secondo che il modem salvi le nuove impostazioni.

Adesso, chiudete il browser, riapritelo e provate ad aprire una pagina internet. La prima volta, può darsi che internet funzionerà direttamente, oppure vi verrà chiesto di inserire il vostro codice fiscale. Mettete lo stesso del'abbonamento, quindi confermate.

Godetevi internet con la copertura straordinaria del modem ASUS N55U con Fastweb!

Vi lascio due screenshot che mostrano le impostazioni corrette del provider Fastweb.
EDIT

Come impostare suoneria chiamate, SMS, messaggi, notifiche, WhatsApp, facebook e come attivare vibrazione su HuaweiP9 Plus - come impostare canzone mp3 come suoneria

Una delle operazioni effettuate più spesso sui telefoni, come lo smartphone Android HuaweiP9 Plus, è quello del cambio suoneria, che è anche uno dei vari modi che permette di personalizzare il nostro cellulare. E' possibile impostare una suoneria personalizzata per le chiamate in arrivo, i messaggi SMS, le e-mail ed anche per WhatsApp e Facebook, e potete utilizzare anche le vostre canzoni in formato mp3 come suoneria personalizzata. Vi spiego tutto in questa breve guida sulle suonerie di P9 Pluse su come attivare la vibrazione, disattivando così i suoni e la suoneria.

HuaweiP9 Plus come cambiare suoneria messaggi, notifiche e chiamate

Come cambiare suoneria chiamate HuaweiP9 Plus

Per poter andare a scegliere la suoneria da utilizzare per le chiamate in arrivo, seguite i seguenti passaggi:

1 - Nella schermata home, toccare l'icona delle impostazioni

modifica suoneria chiamate huawei P9 Plus
[ads-post]

2 - In Tutte, toccare Audio.
3 - Toccare Suoneria telefono predefinito e scegliere una delle seguenti schede:
  • Suoneria: scegliere dalla selezione predefinita.
  • Musica: scegliere dai file audio salvati sul telefono.
4 - Toccare infine Applica per confermare la vostra scelta.

Come cambiare suoneria messaggi SMS, WhatsApp, e-mail, facebook su HuaweiP9 Plus

Se invece volete cambiare la suoneria da utilizzare per i messa in arrivo, quali SMS, e-mail ed altri servizi di messaggistica, seguite i seguenti passaggi:

1 - Nella schermata home, toccare l'icona delle impostazioni

cambio suoneria sms e notifiche P9 Plus

2 - In Tutte, toccare Audio.
3 - Toccare Tono di notifica predefinito e scegliere una delle seguenti schede:


  • Suoneria: scegliere dalla selezione predefinita.
  • Musica: scegliere dai file audio salvati sul telefono.


4 - Toccare infine Applica per confermare la vostra scelta.

Come usare canzone come suoneria su HuaweiP9 Plus

Il telefono P9 Plus offre la possibilità di scegliere come suoneria sia una canzone in formato mp3, che un tono già presente sul telefono. Ecco i passaggi per scegliere una delle due opzioni:

1 Aprire Musica.
2 Toccare Brani locali.
3 Toccare > Imposta suoneria accanto al nome del brano. È possibile scegliere il brano come suoneria chiamate, notifiche o sveglia.

Così facendo, potrete usare una canzone presente sul telefono come suoneria personalizzata per chiamate, messsaggi, sms, e-mail, WhatsApp, ecc.

Come impostare vibrazione HuaweiP9 Plus

Infine, vediamo anche come si fa ad attivare la vibrazione.

Accedi alle Impostazioni, quindi scegli Audio > Vibrazione. Seleziona o deseleziona Vibrazione in modalità silenziosa e Vibrazione con chiamata.
EDIT

Per andare a bloccare il Huawei Nova, basta premere il pulsante laterale di accensione spegnimento e quindi lo schermo si blocca e si spegne. Questo succede anche se telefono non viene utilizzato per un periodo prefissato.  Una volta che si è bloccato lo schermo, al fine di proteggere al meglio tutti i vostri dati personali, è importante impostare una modalità di sblocco, una protezione contro l'accesso al vostro smartphone, che può essere cambiata in qualunque momento.

Quali metodi di sblocco ci sono sul Huawei Nova?

Sul Nova è possibile impostare bene sei modalità di sblocco:  trascinamento, segno, codice PIN, la password, le impronte digitali o infine nessun metodo di sblocco.

Come impostare modalità sblocco schermo

1. Toccate  quindi toccate Impostazioni >Schermata Blocco.

2. Toccate Blocco schermo quindi selezionate un'opzione per proteggere lo sblocco dello schermo
del vostro Huawei.

Tra le opzioni di sblocco dello schermo  potrete scegliere alcune tra quelle disponibili che ora andrò ad elencare

  • Scorrimento: Scorrete il dito per sbloccare il vostro Huawei.
  • PIN: Inserite almeno quattro numeri per impostare un PIN.
  • Sequenza: Fate scorrere il vostro dito sui punti per creare una sequenza.
  • Password: Inserite almeno quattro caratteri per impostare una password.

Come impostare blocco schermo con impronte digitali

Su questo cellulare Huawei Nova è presente il sensore per le impronte digitali.Il sensore di impronte digitali impedisce ad altre persone di usare il vostro HUAWEI senza il vostro permesso.
Potete usare la vostra impronta digitale per sbloccare il dispositivo, accedere alle vostre chiamate e ai vostri dati. Quando inserite la vostra impronta digitale dovete impostare un metodo di sblocco alternativo per l'avvio del telefono.
Per impostare la vostra impronta digitale al primo avvio del vostro Huawei Nova:

1. Assicuratevi che il sensore di impronte digitali e il vostro dito siano puliti e asciutti.

2. Nella pagina di benvenuto seguite le istruzioni sullo schermo fino ad arrivare alla schermata Proteggi il tuo telefono, a questo punto toccate Configura impronta digitale.

3. Toccate AVANTI, leggete le istruzioni e toccate nuovamente AVANTI per impostare il metodo di sblocco alternativo. A questo punto arriverete alla schermata Individua sensore impronta digitale, leggete le  istruzioni e toccate AVANTI.

4. Leggete le istruzioni, localizzate il sensore per impronte digitali sul retro del dispositivo e posizionate il dito su di esso cercando di coprire aree diverse sul vostro dito fino a quando la scansione è completa. Toccate  AVANTI.

5. Toccate Gestisci impronte digitali, selezionate il metodo di volete utilizzare e seguite le
istruzioni sullo schermo per configurare il blocco dello schermo.
NOTA: Per maggiori dettagli consultate la sezione Mettere in sicurezza il vostro Huawei.

6. Toccate Aggiungi impronta digitale. Nella schermata Individua sensore impronta digitale toccate AVANTI.
7. Toccate e alzate ripetutamente il dito dal sensore di impronte digitali fino a quando la scansione è completata.
8. Toccate AVANTI per completare la configurazione.

Ognuno avrà un suo metodo di sblocco preferito, ma il migliore, perché più efficace e più veloce, è quello dell'uso delle impronte digitali per sbloccare il vostro Nova, ma spetta a voi la scelta ed in ogni caso potrete cambiare la modalità di sblocco in qualunque momento.

Vedi anche come aggiungere un widget alla schermata home sui Huawei Nova.

E se dimentico il PIN o la password?

Se poi vi domandate come fare se dovreste un giorno dimenticare la password e il PIN il segno che avete impostato per lo sblocco del Nova, allora alla fine di questo articolo trovate anche la soluzione a questo problema.

Se qualcosa non è chiaro in basso trovate ulteriori dettagli con i passaggi spiegati in maniera approfondita.

Huawei Nova modalità sblocco: come cambiare o rimuovere

Come cambiare e impostare modalità di sblocco Huawei Nova


Per cambiare il metodo di blocco dello schermo su Huawei Nova, seguite i seguenti passaggi:

                                                                                          [ads-post]
  1. Nel menu Applicazioni, toccate Impostazioni
  2. Scherm. blocco e sicurezza
  3. Tipo di blocco schermo

quindi selezionate un metodo tra i seguenti:

  • Trascinamento: consente di scorrere in una direzione qualsiasi sullo schermo per sbloccarlo.
  • Segno: consente di tracciare un segno con quattro o più punti per sbloccare lo schermo.
  • PIN: consente di inserire un PIN composto da almeno quattro numeri per sbloccare lo schermo.
  • Password: consente di inserire una password composta da almeno quattro caratteri, numeri o simboli per sbloccare lo schermo.
  • Nessuno: consente di non impostare alcun metodo di blocco dello schermo.
  • Impronte digitali: consente di registrare le vostre impronte digitali per sbloccare lo schermo.

Tenete conto che quando impostate un segno, un PIN, una password o un'impronta digitale come metodo di sblocco dello schermo, siete in grado di proteggere i vostri dati personali evitando l'accesso altrui al dispositivo.

Una volta che avrete impostato il metodo di blocco dello schermo, il dispositivo richiederà un codice di sblocco ad ogni sblocco.

Come disattivare protezione sblocco Huawei Nova

Per disattivare il metodo di blocco dello schermo su Huawei Nova, seguite i seguenti passaggi:

  1. Nel menu Applicazioni, toccate Impostazioni
  2. Scherm. blocco e sicurezza
  3. Tipo di blocco schermo
Selezionate quindi la voce
  • Nessuno che consente di non impostare alcun metodo di blocco dello schermo.

Cosa fare se dimenticate il codice di sblocco del Huawei Nova

Se dimenticate il codice di sblocco, dovrete portare il dispositivo presso un centro di assistenza Huawei per ripristinarlo.

Vi consiglio quindi di segnarvi da qualche parte la password, che poi è il metodo di sblocco principale e vi servirà se dimenticate il PIN o il segno.

Un ultimo consiglio su "cosa fare per non dimenticare la password, PIN o il codice di sblocco" è quello di impostare le impronte digitali come sblocco schermo!

Come proteggere il Huawei Nova dal tentativo di accesso

Potete impostare il telefono affinché venga eseguito il ripristino ai dati di fabbrica se non inserite correttamente il codice di sblocco per più volte di seguito e raggiungete il limite di tentativi.

  1. nel menu Applicazioni, toccate Impostaz
  2. "Scherm. blocco e sicurezza"
  3. "Impostazioni blocco sicuro"
  4. toccate il cursore "Ripr. impost. pred. autom."

per attivare questa funzione. Adesso, se per caso perdete il telefono e qualcuno prova a fare tanti tentativi per sbloccarlo, questo si resetterà ed i vostri dati saranno cancellati!
EDIT

Per andare a bloccare il Huawei Nexus 6P, basta premere il pulsante laterale di accensione spegnimento e quindi lo schermo si blocca e si spegne. Questo succede anche se telefono non viene utilizzato per un periodo prefissato.  Una volta che si è bloccato lo schermo, al fine di proteggere al meglio tutti i vostri dati personali, è importante impostare una modalità di sblocco, una protezione contro l'accesso al vostro smartphone, che può essere cambiata in qualunque momento.

Quali metodi di sblocco ci sono sul Huawei Nexus 6P?

Sul Nexus 6P è possibile impostare bene sei modalità di sblocco:  trascinamento, segno, codice PIN, la password, le impronte digitali o infine nessun metodo di sblocco.

Come impostare modalità sblocco schermo

1. Toccate  quindi toccate Impostazioni >Schermata Blocco.

2. Toccate Blocco schermo quindi selezionate un'opzione per proteggere lo sblocco dello schermo
del vostro Huawei.

Tra le opzioni di sblocco dello schermo  potrete scegliere alcune tra quelle disponibili che ora andrò ad elencare

  • Scorrimento: Scorrete il dito per sbloccare il vostro Huawei.
  • PIN: Inserite almeno quattro numeri per impostare un PIN.
  • Sequenza: Fate scorrere il vostro dito sui punti per creare una sequenza.
  • Password: Inserite almeno quattro caratteri per impostare una password.

Come impostare blocco schermo con impronte digitali

Su questo cellulare Huawei Nexus 6P è presente il sensore per le impronte digitali.Il sensore di impronte digitali impedisce ad altre persone di usare il vostro HUAWEI senza il vostro permesso.
Potete usare la vostra impronta digitale per sbloccare il dispositivo, accedere alle vostre chiamate e ai vostri dati. Quando inserite la vostra impronta digitale dovete impostare un metodo di sblocco alternativo per l'avvio del telefono.
Per impostare la vostra impronta digitale al primo avvio del vostro Huawei Nexus 6P:

1. Assicuratevi che il sensore di impronte digitali e il vostro dito siano puliti e asciutti.

2. Nella pagina di benvenuto seguite le istruzioni sullo schermo fino ad arrivare alla schermata Proteggi il tuo telefono, a questo punto toccate Configura impronta digitale.

3. Toccate AVANTI, leggete le istruzioni e toccate nuovamente AVANTI per impostare il metodo di sblocco alternativo. A questo punto arriverete alla schermata Individua sensore impronta digitale, leggete le  istruzioni e toccate AVANTI.

4. Leggete le istruzioni, localizzate il sensore per impronte digitali sul retro del dispositivo e posizionate il dito su di esso cercando di coprire aree diverse sul vostro dito fino a quando la scansione è completa. Toccate  AVANTI.

5. Toccate Gestisci impronte digitali, selezionate il metodo di volete utilizzare e seguite le
istruzioni sullo schermo per configurare il blocco dello schermo.
NOTA: Per maggiori dettagli consultate la sezione Mettere in sicurezza il vostro Huawei.

6. Toccate Aggiungi impronta digitale. Nella schermata Individua sensore impronta digitale toccate AVANTI.
7. Toccate e alzate ripetutamente il dito dal sensore di impronte digitali fino a quando la scansione è completata.
8. Toccate AVANTI per completare la configurazione.

Ognuno avrà un suo metodo di sblocco preferito, ma il migliore, perché più efficace e più veloce, è quello dell'uso delle impronte digitali per sbloccare il vostro Nexus 6P, ma spetta a voi la scelta ed in ogni caso potrete cambiare la modalità di sblocco in qualunque momento.

Vedi anche come aggiungere un widget alla schermata home sui Huawei Nexus 6P.

E se dimentico il PIN o la password?

Se poi vi domandate come fare se dovreste un giorno dimenticare la password e il PIN il segno che avete impostato per lo sblocco del Nexus 6P, allora alla fine di questo articolo trovate anche la soluzione a questo problema.

Se qualcosa non è chiaro in basso trovate ulteriori dettagli con i passaggi spiegati in maniera approfondita.

Huawei Nexus 6P modalità sblocco: come cambiare o rimuovere


Come cambiare e impostare modalità di sblocco Huawei Nexus 6P


Per cambiare il metodo di blocco dello schermo su Huawei Nexus 6P, seguite i seguenti passaggi:

                                                                                          [ads-post]
  1. Nel menu Applicazioni, toccate Impostazioni
  2. Scherm. blocco e sicurezza
  3. Tipo di blocco schermo

quindi selezionate un metodo tra i seguenti:

  • Trascinamento: consente di scorrere in una direzione qualsiasi sullo schermo per sbloccarlo.
  • Segno: consente di tracciare un segno con quattro o più punti per sbloccare lo schermo.
  • PIN: consente di inserire un PIN composto da almeno quattro numeri per sbloccare lo schermo.
  • Password: consente di inserire una password composta da almeno quattro caratteri, numeri o simboli per sbloccare lo schermo.
  • Nessuno: consente di non impostare alcun metodo di blocco dello schermo.
  • Impronte digitali: consente di registrare le vostre impronte digitali per sbloccare lo schermo.

Tenete conto che quando impostate un segno, un PIN, una password o un'impronta digitale come metodo di sblocco dello schermo, siete in grado di proteggere i vostri dati personali evitando l'accesso altrui al dispositivo.

Una volta che avrete impostato il metodo di blocco dello schermo, il dispositivo richiederà un codice di sblocco ad ogni sblocco.

Come disattivare protezione sblocco Huawei Nexus 6P

Per disattivare il metodo di blocco dello schermo su Huawei Nexus 6P, seguite i seguenti passaggi:

  1. Nel menu Applicazioni, toccate Impostazioni
  2. Scherm. blocco e sicurezza
  3. Tipo di blocco schermo
Selezionate quindi la voce
  • Nessuno che consente di non impostare alcun metodo di blocco dello schermo.

Cosa fare se dimenticate il codice di sblocco del Huawei Nexus 6P

Se dimenticate il codice di sblocco, dovrete portare il dispositivo presso un centro di assistenza Huawei per ripristinarlo.

Vi consiglio quindi di segnarvi da qualche parte la password, che poi è il metodo di sblocco principale e vi servirà se dimenticate il PIN o il segno.

Un ultimo consiglio su "cosa fare per non dimenticare la password, PIN o il codice di sblocco" è quello di impostare le impronte digitali come sblocco schermo!

Come proteggere il Huawei Nexus 6P dal tentativo di accesso

Potete impostare il telefono affinché venga eseguito il ripristino ai dati di fabbrica se non inserite correttamente il codice di sblocco per più volte di seguito e raggiungete il limite di tentativi.

  1. nel menu Applicazioni, toccate Impostaz
  2. "Scherm. blocco e sicurezza"
  3. "Impostazioni blocco sicuro"
  4. toccate il cursore "Ripr. impost. pred. autom."

per attivare questa funzione. Adesso, se per caso perdete il telefono e qualcuno prova a fare tanti tentativi per sbloccarlo, questo si resetterà ed i vostri dati saranno cancellati!
EDIT

Su molti smartphone ci sono tanti modelli di cover che non servono solo a proteggere ma anche ad attivare lo schermo, tra cui abbiamo la view flip cover, nel caso specifico dello smartphone Asus Zenfone 3 Laser.

A questo punto in questa guida rispondiamo ad un'altra vostra domanda e cioe' se il telefono Asus Zenfone 3 Laser supporta la view flip cover.

Sì, il telefono Zenfone 3 Laser supporta questo tipo di custodie smart, ovvero le View Flip Cover ed ecco dove acquistarle

Se ancora non ne avete una, allora potete trovare un vasto assortimento su Amazon:


Un primo consiglio che ci sentiamo di darvi e' che prima di acquistare una view flip cover assicuratevi che sia originale, altrimenti in caso contrario potrebbe non funzionare correttamente e creare problemi al vostro telefono Asus Zenfone 3 Laser.

Asus Zenfone 3 Laser:problema schermo non si attiva con view flip cover

Problema schermo Asus Zenfone 3 Laser non si attiva con view flip cover

Questa risoluzione dei problemi viene applicata agli smartphone che supportano View Flip Cover, nel nostro caso l'Asus Zenfone 3 Laser.

Come risolvere

Nella maggior parte dei casi lo schermo non si attiva con la view flip cover non perche' non funziona, ma forse sara' stata disattivata la funzione nel menu' impostazione dello smartphone. E quindi andiamo a vedere come attivarla:

1. Attivare la funzione Vista cover (Impostazione → ASUS Cover → fare clic su Mostra vista cover)

Se poi anche avendo abilitato questa funzione, lo schermo non si attiva ancora, allora procedete in questo modo:

2. Spegnere il telefono. Applicare un detergente per lo schermo utilizzando un materiale morbido e pulire delicatamente la polvere e la sporcizia.

3. Aggiornare il firmware alla ultima versione : In "Impostazioni" -> "Informazioni su" -> "Aggiornamento del sistema" > cliccare su "Controlla aggiornamenti"
[ads-post]
4. Accedere in Safe Mode:(premere a lungo tasto di accensione → Toccare e tenere premuto "Spegni" → toccare "OK"): se il vostro smartphone / tablet funziona bene in modalità provvisoria, il malfunzionamento potrebbe essere causato da applicazioni di terze parti.

Si prega di riavviare il vostro Asus Zenfone 3 Laser e controllare di nuovo se funziona bene.

5. Eseguire il backup dei data ed eseguire il ripristino ai dati di fabbrica.
NOTA: una volta che è stata eseguita la procedura di RESET, tutti i dati, le applicazioni, le impostazioni e le informazioni personali verranno cancellate dopo l'inizializzazione.

6. Se lo schermo non si riaccende ed è applicata una pellicola protettiva, è necessario rimuoverla.

Le più belle Flip Cover per Asus Zenfone 3 Laser

Vedi le migliori offerte su Amazon di smart cover per il telefono Zenfone 3 Laser:

EDIT

Su molti smartphone ci sono tanti modelli di cover che non servono solo a proteggere ma anche ad attivare lo schermo, tra cui abbiamo la view flip cover, nel caso specifico dello smartphone Asus Zenfone Go.

A questo punto in questa guida rispondiamo ad un'altra vostra domanda e cioe' se il telefono Asus Zenfone Go supporta la view flip cover.

Sì, il telefono Zenfone Go supporta questo tipo di custodie smart, ovvero le View Flip Cover ed ecco dove acquistarle

Se ancora non ne avete una, allora potete trovare un vasto assortimento su Amazon:


Un primo consiglio che ci sentiamo di darvi e' che prima di acquistare una view flip cover assicuratevi che sia originale, altrimenti in caso contrario potrebbe non funzionare correttamente e creare problemi al vostro telefono Asus Zenfone Go.

Asus Zenfone Go:problema schermo non si attiva con view flip cover

Problema schermo Asus Zenfone Go non si attiva con view flip cover

Questa risoluzione dei problemi viene applicata agli smartphone che supportano View Flip Cover, nel nostro caso l'Asus Zenfone Go.

Come risolvere

Nella maggior parte dei casi lo schermo non si attiva con la view flip cover non perche' non funziona, ma forse sara' stata disattivata la funzione nel menu' impostazione dello smartphone. E quindi andiamo a vedere come attivarla:

1. Attivare la funzione Vista cover (Impostazione → ASUS Cover → fare clic su Mostra vista cover)

Se poi anche avendo abilitato questa funzione, lo schermo non si attiva ancora, allora procedete in questo modo:

2. Spegnere il telefono. Applicare un detergente per lo schermo utilizzando un materiale morbido e pulire delicatamente la polvere e la sporcizia.

3. Aggiornare il firmware alla ultima versione : In "Impostazioni" -> "Informazioni su" -> "Aggiornamento del sistema" > cliccare su "Controlla aggiornamenti"
[ads-post]
4. Accedere in Safe Mode:(premere a lungo tasto di accensione → Toccare e tenere premuto "Spegni" → toccare "OK"): se il vostro smartphone / tablet funziona bene in modalità provvisoria, il malfunzionamento potrebbe essere causato da applicazioni di terze parti.

Si prega di riavviare il vostro Asus Zenfone Go e controllare di nuovo se funziona bene.

5. Eseguire il backup dei data ed eseguire il ripristino ai dati di fabbrica.
NOTA: una volta che è stata eseguita la procedura di RESET, tutti i dati, le applicazioni, le impostazioni e le informazioni personali verranno cancellate dopo l'inizializzazione.

6. Se lo schermo non si riaccende ed è applicata una pellicola protettiva, è necessario rimuoverla.

Le più belle Flip Cover per l'Asus Zenfone Go

Vedi le migliori offerte su Amazon di smart cover per il telefono Zenfone Go:

EDIT

Bene, avete resistito fino ad oggi senza aver sbloccato il bootloader, ma adesso non ce la fate più e volete sapere come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone Go? Come ben saprete, andando a sbloccare il bootloader di Android, avrete accesso ad alcune funzioni che sono bloccate di default, come l'installazione di una custom ROM ad esempio o di avere due sistemi operativi da avviare a scelta durante l'accensione del telefono. Infatti, il bootloader non è un altro che un programma che, ogni qualvolta accendiamo un dispositivo, entra in azione ed attiva il giusto sistema operativo.

Cercando online qualche guida affidabile su come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone Go, ho notato che la procedura è veramente molto semplice, con pochi passaggi rispetto alla stessa procedura ma per altri smartphone, come i Samsung ad esempio.

Nonostante sia semplice, consiglio sempre di fare attenzione ai passaggi che eseguite e mi assolvo da qualsiasi responsabilità.

Come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone Go

Prima di procedere con la procedura che vi permette di sbloccare bootloader sul vostro Asus Zenfone Go, voglio elencarvi quali sono i requisiti per poter iniziare.

Requisiti

Passaggi

1 - Collegate il vostro ASUS Zenfone Go al pc
2 - Aprite una finestra di comando e digitate questi comandi, premendo invio dopo ognuno di essi

adb shell
su
getprop ro.isn > /factory/asuskey
reboot bootloader

L'Asus Zenfone Go a questo punto si riavvierà in modalità recovery.

Dopo essersi aggiornato si riavvierà di nuovo e lo splash screen di ASUS diventerà bianco (lo schermo nero indica il bootloader bloccato, potrete vedere la differenza da soli) Scaricate lo spash screen nero da qui. Aprite nuovamente una finestra di comando e digitate questi comandi:

adb reboot bootloader
fastboot devices

Se il vostro dispositivo compare nell'elenco risultante, eseguite questo comando:

fastboot flash splashscreen splashscreen.img

Riavviate il vostro Asus Zenfone Go e vedrete che lo splash screen è tornato nero.

Congratulazioni, adesso il vostro bootloader è sbloccato! Presto, vi spiegherò anche come ottenere i permessi di root....
EDIT

Bene, avete resistito fino ad oggi senza aver sbloccato il bootloader, ma adesso non ce la fate più e volete sapere come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone Zoom? Come ben saprete, andando a sbloccare il bootloader di Android, avrete accesso ad alcune funzioni che sono bloccate di default, come l'installazione di una custom ROM ad esempio o di avere due sistemi operativi da avviare a scelta durante l'accensione del telefono. Infatti, il bootloader non è un altro che un programma che, ogni qualvolta accendiamo un dispositivo, entra in azione ed attiva il giusto sistema operativo.

Cercando online qualche guida affidabile su come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone Zoom, ho notato che la procedura è veramente molto semplice, con pochi passaggi rispetto alla stessa procedura ma per altri smartphone, come i Samsung ad esempio.

Nonostante sia semplice, consiglio sempre di fare attenzione ai passaggi che eseguite e mi assolvo da qualsiasi responsabilità.

Come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone Zoom

Prima di procedere con la procedura che vi permette di sbloccare bootloader sul vostro Asus Zenfone Zoom, voglio elencarvi quali sono i requisiti per poter iniziare.

Requisiti

Passaggi

1 - Collegate il vostro ASUS Zenfone Zoom al pc
2 - Aprite una finestra di comando e digitate questi comandi, premendo invio dopo ognuno di essi

adb shell
su
getprop ro.isn > /factory/asuskey
reboot bootloader

L'Asus Zenfone Zoom a questo punto si riavvierà in modalità recovery.

Dopo essersi aggiornato si riavvierà di nuovo e lo splash screen di ASUS diventerà bianco (lo schermo nero indica il bootloader bloccato, potrete vedere la differenza da soli) Scaricate lo spash screen nero da qui. Aprite nuovamente una finestra di comando e digitate questi comandi:

adb reboot bootloader
fastboot devices

Se il vostro dispositivo compare nell'elenco risultante, eseguite questo comando:

fastboot flash splashscreen splashscreen.img

Riavviate il vostro Asus Zenfone Zoom e vedrete che lo splash screen è tornato nero.

Congratulazioni, adesso il vostro bootloader è sbloccato! Presto, vi spiegherò anche come ottenere i permessi di root....
EDIT

Bene, avete resistito fino ad oggi senza aver sbloccato il bootloader, ma adesso non ce la fate più e volete sapere come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone 3 Laser? Come ben saprete, andando a sbloccare il bootloader di Android, avrete accesso ad alcune funzioni che sono bloccate di default, come l'installazione di una custom ROM ad esempio o di avere due sistemi operativi da avviare a scelta durante l'accensione del telefono. Infatti, il bootloader non è un altro che un programma che, ogni qualvolta accendiamo un dispositivo, entra in azione ed attiva il giusto sistema operativo.

Cercando online qualche guida affidabile su come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone 3 Laser, ho notato che la procedura è veramente molto semplice, con pochi passaggi rispetto alla stessa procedura ma per altri smartphone, come i Samsung ad esempio.

Nonostante sia semplice, consiglio sempre di fare attenzione ai passaggi che eseguite e mi assolvo da qualsiasi responsabilità.

Come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone 3 Laser

Prima di procedere con la procedura che vi permette di sbloccare bootloader sul vostro Asus Zenfone 3 Laser, voglio elencarvi quali sono i requisiti per poter iniziare.

Requisiti

Passaggi

1 - Collegate il vostro ASUS Zenfone 3 Laser al pc
2 - Aprite una finestra di comando e digitate questi comandi, premendo invio dopo ognuno di essi

adb shell
su
getprop ro.isn > /factory/asuskey
reboot bootloader

L'Asus Zenfone 3 Laser a questo punto si riavvierà in modalità recovery.

Dopo essersi aggiornato si riavvierà di nuovo e lo splash screen di ASUS diventerà bianco (lo schermo nero indica il bootloader bloccato, potrete vedere la differenza da soli) Scaricate lo spash screen nero da qui. Aprite nuovamente una finestra di comando e digitate questi comandi:

adb reboot bootloader
fastboot devices

Se il vostro dispositivo compare nell'elenco risultante, eseguite questo comando:

fastboot flash splashscreen splashscreen.img

Riavviate il vostro Asus Zenfone 3 Laser e vedrete che lo splash screen è tornato nero.

Congratulazioni, adesso il vostro bootloader è sbloccato! Presto, vi spiegherò anche come ottenere i permessi di root....
EDIT

Bene, avete resistito fino ad oggi senza aver sbloccato il bootloader, ma adesso non ce la fate più e volete sapere come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone 3 Ultra? Come ben saprete, andando a sbloccare il bootloader di Android, avrete accesso ad alcune funzioni che sono bloccate di default, come l'installazione di una custom ROM ad esempio o di avere due sistemi operativi da avviare a scelta durante l'accensione del telefono. Infatti, il bootloader non è un altro che un programma che, ogni qualvolta accendiamo un dispositivo, entra in azione ed attiva il giusto sistema operativo.

Cercando online qualche guida affidabile su come sbloccare bootloader sul telefono Asus Zenfone 3 Ultra, ho notato che la procedura è veramente molto semplice, con pochi passaggi rispetto alla stessa procedura ma per altri smartphone, come i Samsung ad esempio.

Nonostante sia semplice, consiglio sempre di fare attenzione ai passaggi che eseguite e mi assolvo da qualsiasi responsabilità.

Come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone 3 Ultra

Prima di procedere con la procedura che vi permette di sbloccare bootloader sul vostro Asus Zenfone 3 Ultra, voglio elencarvi quali sono i requisiti per poter iniziare.

Requisiti

Passaggi

1 - Collegate il vostro ASUS Zenfone 3 Ultra al pc
2 - Aprite una finestra di comando e digitate questi comandi, premendo invio dopo ognuno di essi

adb shell
su
getprop ro.isn > /factory/asuskey
reboot bootloader

L'Asus Zenfone 3 Ultra a questo punto si riavvierà in modalità recovery.

Dopo essersi aggiornato si riavvierà di nuovo e lo splash screen di ASUS diventerà bianco (lo schermo nero indica il bootloader bloccato, potrete vedere la differenza da soli) Scaricate lo spash screen nero da qui. Aprite nuovamente una finestra di comando e digitate questi comandi:

adb reboot bootloader
fastboot devices

Se il vostro dispositivo compare nell'elenco risultante, eseguite questo comando:

fastboot flash splashscreen splashscreen.img

Riavviate il vostro Asus Zenfone 3 Ultra e vedrete che lo splash screen è tornato nero.

Congratulazioni, adesso il vostro bootloader è sbloccato! Presto, vi spiegherò anche come ottenere i permessi di root....
EDIT

Bene, avete resistito fino ad oggi senza aver sbloccato il bootloader, ma adesso non ce la fate più e volete sapere come sbloccare bootloader su Asus Zenfone 3 Deluxe? Come ben saprete, andando a sbloccare il bootloader di Android, avrete accesso ad alcune funzioni che sono bloccate di default, come l'installazione di una custom ROM ad esempio o di avere due sistemi operativi da avviare a scelta durante l'accensione del telefono. Infatti, il bootloader non è un altro che un programma che, ogni qualvolta accendiamo un dispositivo, entra in azione ed attiva il giusto sistema operativo.

Cercando online qualche guida affidabile su come sbloccare bootloader su Asus Zenfone 3 Deluxe, ho notato che la procedura è veramente molto semplice, con pochi passaggi rispetto alla stessa procedura ma per altri smartphone, come i Samsung ad esempio.

Nonostante sia semplice, consiglio sempre di fare attenzione ai passaggi che eseguite e mi assolvo da qualsiasi responsabilità.

Come sbloccare bootloader sull'Asus Zenfone 3 Deluxe

Prima di procedere con la procedura che vi permette di sbloccare bootloader sul vostro Asus Zenfone 3 Deluxe, voglio elencarvi quali sono i requisiti per poter iniziare.

Requisiti

Passaggi

1 - Collegate il vostro ASUS Zenfone 3 Deluxe al pc
2 - Aprite una finestra di comando e digitate questi comandi, premendo invio dopo ognuno di essi

adb shell
su
getprop ro.isn > /factory/asuskey
reboot bootloader

L'Asus Zenfone 3 Deluxe a questo punto si riavvierà in modalità recovery.

Dopo essersi aggiornato si riavvierà di nuovo e lo splash screen di ASUS diventerà bianco (lo schermo nero indica il bootloader bloccato, potrete vedere la differenza da soli) Scaricate lo spash screen nero da qui. Aprite nuovamente una finestra di comando e digitate questi comandi:

adb reboot bootloader
fastboot devices

Se il vostro dispositivo compare nell'elenco risultante, eseguite questo comando:

fastboot flash splashscreen splashscreen.img

Riavviate il vostro Asus Zenfone 3 Deluxe e vedrete che lo splash screen è tornato nero.

Congratulazioni, adesso il vostro bootloader è sbloccato! Presto, vi spiegherò anche come ottenere i permessi di root....
EDIT

Siete dei smanettoni e vi piace spingere al massimo delle capacità dei vostri device ogni volta che ne avete uno? O magari volete semplicemente utilizzare alcune funzioni non accessibili senza permessi di root oppure delle app che fanno uso di funzionalità "nascoste".

In ogni caso, ciò che vi serve adesso è capire come fare root Asus Zenfone Go, quindi sono qui per spiegarvi tutti i passaggi per ottenere i permessi di root del vostro telefono Android. Questa procedura è praticamente come fare il Jailbreak degli iPhone, ma è più lunga rispetto a questi, ma non così difficile tutto sommato.

Prima, però, voglio avvisarvi che sebbene la procedura per sbloccare il root di Android sul telefono Zenfone Go sia alquanto semplice, consiglio sempre di fare attenzione ai vari passaggi e personalmente non mi assumo alcuna responsabilità in caso di problemi durante la procedura di sblocco root.

Iniziamo subito la guida partendo dal conoscere i requisiti, ovvero tutto ciò che vi occorre per poter attuare la procedura.

Vedi anche come sbloccare bootloader.

Come ottenere permessi di root sull'Asus Zenfone Go

A - File necessari

IL FILE NON C'E' ANCORA, APPENA SARA' DISPONIBILE LO PUBBLICHEREMO, QUINDI LA GUIDA NON E' AL MOMENTO COMPLETA.

Adesso dovete attivare la modalità debug su Asus Zenfone Go e per farlo dovete prima attivare le opzioni di sviluppatori ed ora vi spiego come farlo.

B - Come attivare "Opzioni sviluppatore"

Per poter attivare la modalità sviluppatore su Asus Zenfone Go, così come sulla maggior parte dei telefoni con sistema Android,  basta seguire questi passaggi:


Impostazioni > Info sul telefono > Toccate "Numero di build" 7 volte

Ora tornate indietro e andate su Opzioni sviluppatore, dove potete abilitare la modalità debug USB.

Bene, ora bisogna installare i driver ADB sul vostro PC, ed il passaggio successivo sarà l'ultima parte che riusciate finalmente a fare root Asus Zenfone Go.

C - Installazione ADB sul computer

Cosa sono i driver ADB

Vi state domandando cosa sono i driver ADB? La sigla è l'acronimo di Android Debug Bridge, e sono dei driver che, una volta installati e configurati correttamente, consentono di lanciare una serie di comandi dal proprio PC al dispositivo mobile Android. Queste funzioni si dimostrano essere molto utili non solo per gli sviluppatori che intendono apportare modifiche alle proprie app tramite righe di comando inserite da PC, ma in generale anche per tutti gli utenti abituati a customizzare parti dei loro device mobili.

In pratica, una volta connesso lo smartphone al PC tramite i driver ADB, si potranno modificare e creare righe di comando senza essere costretti a lavorare dallo schermo del dispositivo Android ma intervenendo direttamente dal terminale fisso.

Come installarli

Ok, ora conoscere anche a cosa servono i driver ADB, vediamo come installarli.

  • Il tool funziona tranquillamente con sistemi basati su architettura a 32 e 64 bit.
  • Se si ha precedentemente installato i driver Google, è meglio procedere alla disinstallazione degli stessi tramite il Pannello di controllo di Windows.
  • Se la versione 1.4.2 non funziona, provare la versione 1.3 disponibile

Il tool si chiama 15 seconds ADB Installer, pesa 9 MB circa, è aggiornato alle API 21 (Android Lollipop 5.0), ed è molto semplice da utilizzare. e lo potete scaricare da QUI.

Una volta scaricato, avviatelo cliccandoci sopra col tasto destro del mouse e scegliendo "Esegui come amministratore", quindi seguite questi passaggi:

  1. Premere Y (si) o N (no) per installarei comandi adb e fastboot, quindi premere Invio
  2. Premere Y (si) o N (no) per installare i comandi adb e fastboot come applicazioni di sistema, quindi premere Invio
  3. Premere Y (si) o N (no) per installare i driver Google, quindi premere Invio
  4. Terminare l'installazione dei driver.

D - Ora possiamo fare root sull'Asus Zenfone Go

Ora che avete tutto l'occorrente pronto per poter sbloccare il root di Android, non vi rimane che:

  1. Accendere dispositivo e collegarlo tramite usb al PC
  2. Eseguire dal Computer il file Root_zenfone.bat presente nella cartella estratta all'inizio della guida.

Ora il vostro Zenfone Go avrà i permessi di root sbloccati!

Come togliere il root su Asus Zenfone GoCome togliere il root sull'Asus Zenfone Go

Se poi per qualche motivo avete bisogno di disattivare il root, magari perché qualche gioco o applicazione non funziona se rileva che Android ha i permessi di root sbloccati, è molto semplice disattivarli per poi poterli riattivare in qualsiasi momento senza dover seguire tutti i passaggi sopra elencati. L'app che vi serve è SuperSU, la trovate sul Google Play ed una volta installata potete lanciarla per portare lo switch su root attivo o non.

Come usare Super SU

Per poter attivare o disattivare il root su Android, dovete aprire l'app SuperSU, andare nelle impostazioni (Settings), quindi togliere lo spunto alla voce "Superuser".
Semplice vero? Ovviamente prima di poter fare ciò, dovete aver sbloccato il telefono, seguendo la mia guida su come fare root Asus Zenfone Go.

Vedi anche come sbloccare bootloader su Asus Zenfone Go.
EDIT

Siete dei smanettoni e vi piace spingere al massimo delle capacità dei vostri device ogni volta che ne avete uno? O magari volete semplicemente utilizzare alcune funzioni non accessibili senza permessi di root oppure delle app che fanno uso di funzionalità "nascoste".

In ogni caso, ciò che vi serve adesso è capire come fare root sull'Asus Zenfone Zoom, quindi sono qui per spiegarvi tutti i passaggi per ottenere i permessi di root del vostro telefono Android. Questa procedura è praticamente come fare il Jailbreak degli iPhone, ma è più lunga rispetto a questi, ma non così difficile tutto sommato.

Prima, però, voglio avvisarvi che sebbene la procedura per sbloccare il root di Android sul Zenfone Zoom sia alquanto semplice, consiglio sempre di fare attenzione ai vari passaggi e personalmente non mi assumo alcuna responsabilità in caso di problemi durante la procedura di sblocco root.

Iniziamo subito la guida partendo dal conoscere i requisiti, ovvero tutto ciò che vi occorre per poter attuare la procedura.

Vedi anche come sbloccare bootloader.

Come ottenere permessi di root sull'Asus Zenfone Zoom

A - File necessari

IL FILE NON C'E' ANCORA, APPENA SARA' DISPONIBILE LO PUBBLICHEREMO, QUINDI LA GUIDA AL MOMENTO NON E' COMPLETA.

Adesso dovete attivare la modalità debug sul telefono Asus Zenfone Zoom e per farlo dovete prima attivare le opzioni di sviluppatori ed ora vi spiego come farlo.

B - Come attivare "Opzioni sviluppatore"

Per poter attivare la modalità sviluppatore sul vostro Asus Zenfone Zoom, così come sulla maggior parte dei telefoni con sistema Android,  basta seguire questi passaggi:


Impostazioni > Info sul telefono > Toccate "Numero di build" 7 volte

Ora tornate indietro e andate su Opzioni sviluppatore, dove potete abilitare la modalità debug USB.

Bene, ora bisogna installare i driver ADB sul vostro PC, ed il passaggio successivo sarà l'ultima parte che riusciate finalmente a fare root Asus Zenfone Zoom.

C - Installazione ADB sul computer

Cosa sono i driver ADB

Vi state domandando cosa sono i driver ADB? La sigla è l'acronimo di Android Debug Bridge, e sono dei driver che, una volta installati e configurati correttamente, consentono di lanciare una serie di comandi dal proprio PC al dispositivo mobile Android. Queste funzioni si dimostrano essere molto utili non solo per gli sviluppatori che intendono apportare modifiche alle proprie app tramite righe di comando inserite da PC, ma in generale anche per tutti gli utenti abituati a customizzare parti dei loro device mobili.

In pratica, una volta connesso lo smartphone al PC tramite i driver ADB, si potranno modificare e creare righe di comando senza essere costretti a lavorare dallo schermo del dispositivo Android ma intervenendo direttamente dal terminale fisso.

Come installarli

Ok, ora conoscere anche a cosa servono i driver ADB, vediamo come installarli.

  • Il tool funziona tranquillamente con sistemi basati su architettura a 32 e 64 bit.
  • Se si ha precedentemente installato i driver Google, è meglio procedere alla disinstallazione degli stessi tramite il Pannello di controllo di Windows.
  • Se la versione 1.4.2 non funziona, provare la versione 1.3 disponibile

Il tool si chiama 15 seconds ADB Installer, pesa 9 MB circa, è aggiornato alle API 21 (Android Lollipop 5.0), ed è molto semplice da utilizzare. e lo potete scaricare da QUI.

Una volta scaricato, avviatelo cliccandoci sopra col tasto destro del mouse e scegliendo "Esegui come amministratore", quindi seguite questi passaggi:

  1. Premere Y (si) o N (no) per installarei comandi adb e fastboot, quindi premere Invio
  2. Premere Y (si) o N (no) per installare i comandi adb e fastboot come applicazioni di sistema, quindi premere Invio
  3. Premere Y (si) o N (no) per installare i driver Google, quindi premere Invio
  4. Terminare l'installazione dei driver.

D - Ora possiamo fare root Asus Zenfone Zoom

Ora che avete tutto l'occorrente pronto per poter sbloccare il root di Android, non vi rimane che:

  1. Accendere dispositivo e collegarlo tramite usb al PC
  2. Eseguire dal Computer il file Root_zenfone.bat presente nella cartella estratta all'inizio della guida.

Ora il vostro Zenfone Zoom avrà i permessi di root sbloccati!

Come togliere il root su Asus Zenfone ZoomCome togliere il root su Asus Zenfone Zoom

Se poi per qualche motivo avete bisogno di disattivare il root, magari perché qualche gioco o applicazione non funziona se rileva che Android ha i permessi di root sbloccati, è molto semplice disattivarli per poi poterli riattivare in qualsiasi momento senza dover seguire tutti i passaggi sopra elencati. L'app che vi serve è SuperSU, la trovate sul Google Play ed una volta installata potete lanciarla per portare lo switch su root attivo o non.

Come usare Super SU

Per poter attivare o disattivare il root su Android, dovete aprire l'app SuperSU, andare nelle impostazioni (Settings), quindi togliere lo spunto alla voce "Superuser".
Semplice vero? Ovviamente prima di poter fare ciò, dovete aver sbloccato il telefono, seguendo la mia guida su come fare root Asus Zenfone Zoom.

Vedi anche come sbloccare bootloader su Asus Zenfone Zoom.
EDIT

Siete dei smanettoni e vi piace spingere al massimo delle capacità dei vostri device ogni volta che ne avete uno? O magari volete semplicemente utilizzare alcune funzioni non accessibili senza permessi di root oppure delle app che fanno uso di funzionalità "nascoste".

In ogni caso, ciò che vi serve adesso è capire come fare root sul vostro Asus Zenfone 3 Laser, quindi sono qui per spiegarvi tutti i passaggi per ottenere i permessi di root del vostro telefono Android. Questa procedura è praticamente come fare il Jailbreak degli iPhone, ma è più lunga rispetto a questi, ma non così difficile tutto sommato.

Prima, però, voglio avvisarvi che sebbene la procedura per sbloccare il root di Android sul Zenfone 3 Laser sia alquanto semplice, consiglio sempre di fare attenzione ai vari passaggi e personalmente non mi assumo alcuna responsabilità in caso di problemi durante la procedura di sblocco root.

Iniziamo subito la guida partendo dal conoscere i requisiti, ovvero tutto ciò che vi occorre per poter attuare la procedura.

Vedi anche come sbloccare bootloader.

Come ottenere permessi di root sull'Asus Zenfone 3 Laser

A - File necessari

IL FILE NON C'E' ANCORA, APPENA SARA' DISPONIBILE LO PUBBLICHEREMO, QUINDI LA GUIDA AL MOMENTO NON E' COMPLETA.

Adesso dovete attivare la modalità debug su Asus Zenfone 3 Laser e per farlo dovete prima attivare le opzioni di sviluppatori ed ora vi spiego come farlo.

B - Come attivare "Opzioni sviluppatore"

Per poter attivare la modalità sviluppatore su Asus Zenfone 3 Laser, così come sulla maggior parte dei telefoni con sistema Android,  basta seguire questi passaggi:


Impostazioni > Info sul telefono > Toccate "Numero di build" 7 volte

Ora tornate indietro e andate su Opzioni sviluppatore, dove potete abilitare la modalità debug USB.

Bene, ora bisogna installare i driver ADB sul vostro PC, ed il passaggio successivo sarà l'ultima parte che riusciate finalmente a fare root Asus Zenfone 3 Laser.

C - Installazione ADB sul computer

Cosa sono i driver ADB

Vi state domandando cosa sono i driver ADB? La sigla è l'acronimo di Android Debug Bridge, e sono dei driver che, una volta installati e configurati correttamente, consentono di lanciare una serie di comandi dal proprio PC al dispositivo mobile Android. Queste funzioni si dimostrano essere molto utili non solo per gli sviluppatori che intendono apportare modifiche alle proprie app tramite righe di comando inserite da PC, ma in generale anche per tutti gli utenti abituati a customizzare parti dei loro device mobili.

In pratica, una volta connesso lo smartphone al PC tramite i driver ADB, si potranno modificare e creare righe di comando senza essere costretti a lavorare dallo schermo del dispositivo Android ma intervenendo direttamente dal terminale fisso.

Come installarli

Ok, ora conoscere anche a cosa servono i driver ADB, vediamo come installarli.

  • Il tool funziona tranquillamente con sistemi basati su architettura a 32 e 64 bit.
  • Se si ha precedentemente installato i driver Google, è meglio procedere alla disinstallazione degli stessi tramite il Pannello di controllo di Windows.
  • Se la versione 1.4.2 non funziona, provare la versione 1.3 disponibile

Il tool si chiama 15 seconds ADB Installer, pesa 9 MB circa, è aggiornato alle API 21 (Android Lollipop 5.0), ed è molto semplice da utilizzare. e lo potete scaricare da QUI.

Una volta scaricato, avviatelo cliccandoci sopra col tasto destro del mouse e scegliendo "Esegui come amministratore", quindi seguite questi passaggi:

  1. Premere Y (si) o N (no) per installarei comandi adb e fastboot, quindi premere Invio
  2. Premere Y (si) o N (no) per installare i comandi adb e fastboot come applicazioni di sistema, quindi premere Invio
  3. Premere Y (si) o N (no) per installare i driver Google, quindi premere Invio
  4. Terminare l'installazione dei driver.

D - Ora possiamo fare root Asus Zenfone 3 Laser

Ora che avete tutto l'occorrente pronto per poter sbloccare il root di Android, non vi rimane che:

  1. Accendere dispositivo e collegarlo tramite usb al PC
  2. Eseguire dal Computer il file Root_zenfone.bat presente nella cartella estratta all'inizio della guida.

Ora il vostro Zenfone 3 Laser avrà i permessi di root sbloccati!

Come togliere il root su Asus Zenfone 3 LaserCome togliere il root sull'Asus Zenfone 3 Laser

Se poi per qualche motivo avete bisogno di disattivare il root, magari perché qualche gioco o applicazione non funziona se rileva che Android ha i permessi di root sbloccati, è molto semplice disattivarli per poi poterli riattivare in qualsiasi momento senza dover seguire tutti i passaggi sopra elencati. L'app che vi serve è SuperSU, la trovate sul Google Play ed una volta installata potete lanciarla per portare lo switch su root attivo o non.

Come usare Super SU

Per poter attivare o disattivare il root su Android, dovete aprire l'app SuperSU, andare nelle impostazioni (Settings), quindi togliere lo spunto alla voce "Superuser".
Semplice vero? Ovviamente prima di poter fare ciò, dovete aver sbloccato il telefono, seguendo la mia guida su come fare root Asus Zenfone 3 Laser.

Vedi anche come sbloccare bootloader su Asus Zenfone 3 Laser.
EDIT

Siete dei smanettoni e vi piace spingere al massimo delle capacità dei vostri device ogni volta che ne avete uno? O magari volete semplicemente utilizzare alcune funzioni non accessibili senza permessi di root oppure delle app che fanno uso di funzionalità "nascoste".

In ogni caso, ciò che vi serve adesso è capire come fare root Asus Zenfone 3 Ultra, quindi sono qui per spiegarvi tutti i passaggi per ottenere i permessi di root del vostro telefono Android. Questa procedura è praticamente come fare il Jailbreak degli iPhone, ma è più lunga rispetto a questi, ma non così difficile tutto sommato.

Prima, però, voglio avvisarvi che sebbene la procedura per sbloccare il root di Android sul Zenfone 3 Ultra sia alquanto semplice, consiglio sempre di fare attenzione ai vari passaggi e personalmente non mi assumo alcuna responsabilità in caso di problemi durante la procedura di sblocco root.

Iniziamo subito la guida partendo dal conoscere i requisiti, ovvero tutto ciò che vi occorre per poter attuare la procedura.

Vedi anche come sbloccare bootloader.

Come ottenere permessi di root sull'Asus Zenfone 3 Ultra

A - File necessari

IL FILE NON C'E' ANCORA, APPENA SARA' DISPONIBILE LO PUBBLICHEREMO,QUINDI AL MOMENTO LA GUIDA NON E' COMPLETA

Adesso dovete attivare la modalità debug sull'Asus Zenfone 3 Ultra e per farlo dovete prima attivare le opzioni di sviluppatori ed ora vi spiego come farlo.

B - Come attivare "Opzioni sviluppatore"

Per poter attivare la modalità sviluppatore sull'Asus Zenfone 3 Ultra, così come sulla maggior parte dei telefoni con sistema Android,  basta seguire questi passaggi:


Impostazioni > Info sul telefono > Toccate "Numero di build" 7 volte

Ora tornate indietro e andate su Opzioni sviluppatore, dove potete abilitare la modalità debug USB.

Bene, ora bisogna installare i driver ADB sul vostro PC, ed il passaggio successivo sarà l'ultima parte che riusciate finalmente a fare root Asus Zenfone 3 Ultra.

C - Installazione ADB sul computer

Cosa sono i driver ADB

Vi state domandando cosa sono i driver ADB? La sigla è l'acronimo di Android Debug Bridge, e sono dei driver che, una volta installati e configurati correttamente, consentono di lanciare una serie di comandi dal proprio PC al dispositivo mobile Android. Queste funzioni si dimostrano essere molto utili non solo per gli sviluppatori che intendono apportare modifiche alle proprie app tramite righe di comando inserite da PC, ma in generale anche per tutti gli utenti abituati a customizzare parti dei loro device mobili.

In pratica, una volta connesso lo smartphone al PC tramite i driver ADB, si potranno modificare e creare righe di comando senza essere costretti a lavorare dallo schermo del dispositivo Android ma intervenendo direttamente dal terminale fisso.

Come installarli

Ok, ora conoscere anche a cosa servono i driver ADB, vediamo come installarli.

  • Il tool funziona tranquillamente con sistemi basati su architettura a 32 e 64 bit.
  • Se si ha precedentemente installato i driver Google, è meglio procedere alla disinstallazione degli stessi tramite il Pannello di controllo di Windows.
  • Se la versione 1.4.2 non funziona, provare la versione 1.3 disponibile

Il tool si chiama 15 seconds ADB Installer, pesa 9 MB circa, è aggiornato alle API 21 (Android Lollipop 5.0), ed è molto semplice da utilizzare. e lo potete scaricare da QUI.

Una volta scaricato, avviatelo cliccandoci sopra col tasto destro del mouse e scegliendo "Esegui come amministratore", quindi seguite questi passaggi:

  1. Premere Y (si) o N (no) per installarei comandi adb e fastboot, quindi premere Invio
  2. Premere Y (si) o N (no) per installare i comandi adb e fastboot come applicazioni di sistema, quindi premere Invio
  3. Premere Y (si) o N (no) per installare i driver Google, quindi premere Invio
  4. Terminare l'installazione dei driver.

D - Ora possiamo fare root Asus Zenfone 3 Ultra

Ora che avete tutto l'occorrente pronto per poter sbloccare il root di Android, non vi rimane che:

  1. Accendere dispositivo e collegarlo tramite usb al PC
  2. Eseguire dal Computer il file Root_zenfone.bat presente nella cartella estratta all'inizio della guida.

Ora il vostro Zenfone 3 Ultra avrà i permessi di root sbloccati!

Come togliere il root su Asus Zenfone 3 UltraCome togliere il root sull'Asus Zenfone 3 Ultra

Se poi per qualche motivo avete bisogno di disattivare il root, magari perché qualche gioco o applicazione non funziona se rileva che Android ha i permessi di root sbloccati, è molto semplice disattivarli per poi poterli riattivare in qualsiasi momento senza dover seguire tutti i passaggi sopra elencati. L'app che vi serve è SuperSU, la trovate sul Google Play ed una volta installata potete lanciarla per portare lo switch su root attivo o non.

Come usare Super SU

Per poter attivare o disattivare il root su Android, dovete aprire l'app SuperSU, andare nelle impostazioni (Settings), quindi togliere lo spunto alla voce "Superuser".
Semplice vero? Ovviamente prima di poter fare ciò, dovete aver sbloccato il telefono, seguendo la mia guida su come fare root Asus Zenfone 3 Ultra.

Vedi anche come sbloccare bootloader su Asus Zenfone 3 Ultra.
EDIT

Siete dei smanettoni e vi piace spingere al massimo delle capacità dei vostri device ogni volta che ne avete uno? O magari volete semplicemente utilizzare alcune funzioni non accessibili senza permessi di root oppure delle app che fanno uso di funzionalità "nascoste".

In ogni caso, ciò che vi serve adesso è capire come fare root Asus Zenfone 3 Deluxe, quindi sono qui per spiegarvi tutti i passaggi per ottenere i permessi di root del vostro telefono Android. Questa procedura è praticamente come fare il Jailbreak degli iPhone, ma è più lunga rispetto a questi, ma non così difficile tutto sommato.

Prima, però, voglio avvisarvi che sebbene la procedura per sbloccare il root di Android sul Zenfone 3 Deluxe sia alquanto semplice, consiglio sempre di fare attenzione ai vari passaggi e personalmente non mi assumo alcuna responsabilità in caso di problemi durante la procedura di sblocco root.

Iniziamo subito la guida partendo dal conoscere i requisiti, ovvero tutto ciò che vi occorre per poter attuare la procedura.

Vedi anche come sbloccare bootloader.

Come ottenere permessi di root su Asus Zenfone 3 Deluxe

A - File necessari

IL FILE NON C'E' ANCORA APPENA SARA' DISPONIBILE LO PUBBLICHEREMO, QUINDI LA GUIDA AL MOMENTO NON E' COMPLETA.

Adesso dovete attivare la modalità debug su Asus Zenfone 3 Deluxe e per farlo dovete prima attivare le opzioni di sviluppatori ed ora vi spiego come farlo.

B - Come attivare "Opzioni sviluppatore"

Per poter attivare la modalità sviluppatore su Asus Zenfone 3 Deluxe, così come sulla maggior parte dei telefoni con sistema Android,  basta seguire questi passaggi:


Impostazioni > Info sul telefono > Toccate "Numero di build" 7 volte

Ora tornate indietro e andate su Opzioni sviluppatore, dove potete abilitare la modalità debug USB.

Bene, ora bisogna installare i driver ADB sul vostro PC, ed il passaggio successivo sarà l'ultima parte che riusciate finalmente a fare root Asus Zenfone 3 Deluxe.

C - Installazione ADB sul computer

Cosa sono i driver ADB

Vi state domandando cosa sono i driver ADB? La sigla è l'acronimo di Android Debug Bridge, e sono dei driver che, una volta installati e configurati correttamente, consentono di lanciare una serie di comandi dal proprio PC al dispositivo mobile Android. Queste funzioni si dimostrano essere molto utili non solo per gli sviluppatori che intendono apportare modifiche alle proprie app tramite righe di comando inserite da PC, ma in generale anche per tutti gli utenti abituati a customizzare parti dei loro device mobili.

In pratica, una volta connesso lo smartphone al PC tramite i driver ADB, si potranno modificare e creare righe di comando senza essere costretti a lavorare dallo schermo del dispositivo Android ma intervenendo direttamente dal terminale fisso.

Come installarli

Ok, ora conoscere anche a cosa servono i driver ADB, vediamo come installarli.

  • Il tool funziona tranquillamente con sistemi basati su architettura a 32 e 64 bit.
  • Se si ha precedentemente installato i driver Google, è meglio procedere alla disinstallazione degli stessi tramite il Pannello di controllo di Windows.
  • Se la versione 1.4.2 non funziona, provare la versione 1.3 disponibile

Il tool si chiama 15 seconds ADB Installer, pesa 9 MB circa, è aggiornato alle API 21 (Android Lollipop 5.0), ed è molto semplice da utilizzare. e lo potete scaricare da QUI.

Una volta scaricato, avviatelo cliccandoci sopra col tasto destro del mouse e scegliendo "Esegui come amministratore", quindi seguite questi passaggi:

  1. Premere Y (si) o N (no) per installarei comandi adb e fastboot, quindi premere Invio
  2. Premere Y (si) o N (no) per installare i comandi adb e fastboot come applicazioni di sistema, quindi premere Invio
  3. Premere Y (si) o N (no) per installare i driver Google, quindi premere Invio
  4. Terminare l'installazione dei driver.

D - Ora possiamo fare root Asus Zenfone 3 Deluxe

Ora che avete tutto l'occorrente pronto per poter sbloccare il root di Android, non vi rimane che:

  1. Accendere dispositivo e collegarlo tramite usb al PC
  2. Eseguire dal Computer il file Root_zenfone.bat presente nella cartella estratta all'inizio della guida.

Ora il vostro Zenfone 3 Deluxe avrà i permessi di root sbloccati!

Come togliere il root su Asus Zenfone 3 DeluxeCome togliere il root su Asus Zenfone 3 Deluxe

Se poi per qualche motivo avete bisogno di disattivare il root, magari perché qualche gioco o applicazione non funziona se rileva che Android ha i permessi di root sbloccati, è molto semplice disattivarli per poi poterli riattivare in qualsiasi momento senza dover seguire tutti i passaggi sopra elencati. L'app che vi serve è SuperSU, la trovate sul Google Play ed una volta installata potete lanciarla per portare lo switch su root attivo o non.

Come usare Super SU

Per poter attivare o disattivare il root su Android, dovete aprire l'app SuperSU, andare nelle impostazioni (Settings), quindi togliere lo spunto alla voce "Superuser".
Semplice vero? Ovviamente prima di poter fare ciò, dovete aver sbloccato il telefono, seguendo la mia guida su come fare root Asus Zenfone 3 Deluxe.

Vedi anche come sbloccare bootloader su Asus Zenfone 3 Deluxe.
EDIT

Avete un problema con il vostro telefono Asus Zenfone Go, volete usare il metodo NFC per i pagamenti e non riuscite  a farlo perche' non funziona, oppure  stai cercando di inviare una foto o un video a un vostro amico che ha un telefono con la tecnologia NFC.

E bene, in questo articolo vi spiego come risolvere il problema, o almeno come potete tentare di utilizzare correttamente la tecnologia NFC che spesso è davvero utile per inviare delle foto o filmati ad un'amico, o magari se siete abituati ad utilizzarla per effettuare pagamenti nei negozi che hanno i POS abilitati alla tecnologia NFC.

Come risolvere problema NFC non funzionante sull'Asus Zenfone Go

Per risolvere il problema NFC non funzionante sul vostro Asus Zenfone Go seguite i seguenti passaggi:

1. Assicurarsi che entrambi i dispositivi siano sbloccati e consentano NFC e Android Beam.

Come attivare NFC

Impostazioni > Altro > NFC > Attiva la funzione NFC

Una volta che siete sicuri che l'NFC è stato correttamente abilitato la modalità di trasmissione dati NFC, procedete come riportato di seguito.

2. Controllare se il telefono che si desidera utilizzare supporta la funzione NFC.

3. Controllare se l’area di rilevamento NFC è nel raggio d'azione della scansione.

Asus Zenfone Go: NFC non funziona, impossibile trasmettere dati. Come risolvere



[ads-post]

4. Rimuovere qualsiasi custodia protettiva del dispositivo e verificare se l'NFC funziona meglio.

5. Controllare se il coperchio posteriore sia installato correttamente. Per alcuni modelli l'antenna NFC è sul retro del coperchio.

6. Accedere in Safe Mode:(premere a lungo tasto di accensione → Toccare e tenere premuto "Spegni" → toccare "OK"): se il telefono / tablet funziona bene in modalità provvisoria, il malfunzionamento potrebbe essere causato da applicazioni di terze parti.

7. Aggiornare il firmware all'ultima versione : In "Impostazioni" -> "Informazioni su" -> "Aggiornamento del sistema" > cliccare su "Controlla aggiornamenti"

8. Eseguire il backup dei data  ed eseguire il ripristino ai dati di fabbrica. 
EDIT

Un problema solito sugli smartphone Android ed in particolare dell'Asus Zenfone Go riguarda la fotocamera, o meglio l'app che la gestisce. In pratica questo problema nasce dal fatto che il sistema
Android permette di installare varie app di terze parti per gestire la fotocamera, e possono capitare dei problemi con la fotocamera proprio per questo motivo.

Vediamo quindi come risolvere il problema della fotocamera sull'Asus Zenfone Go che non funziona.

Problema con fotocamera Asus Zenfone Go: non funziona

Asus Zenfone Go: problema fotocamera non funziona



Se la fotocamera del vostro Asus Zenfone Go non funziona, è possibile andare a individuare la causa del problema andando a scattare foto in Modalità Provvisoria.

Come capire la causa del problema

Se la fotocamera dovesse funzionare in modalità provvisoria ciò significa che un'applicazione di terze parti utilizza il modulo fotocamera in modo improprio causando problemi.

Come risolvere il problema

Per risolvere il problema, quindi basterà andare a disinstallare le applicazioni installate di recente quando si imposta il telefono in modalità normale.

Se non sapete come entrare in modalità provvisoria, ecco qui i passaggi.

Come entrare in modalità provvisoria e aggiustare la fotocamera

[ads-post]
Dunque, se non funziona la fotocamera, ecco come entrare nella modalità provvisoria sul telefono Asus Zenfone Go e cercare di risolvere il problema:

  1. Premere a lungo il tasto di accensione
  2. Premere a lungo il tasto Power off
  3. Clicca su OK per entrare in modalità provvisoria e il telefono si riavvia immediatamente
  4. Quando il dispositivo si accende, la Modalità provvisoria viene visualizzata nell'angolo in basso a sinistra dello schermo
Stesso da questa modalità, potete disinstallare le app di tereze parti che utilizzano la fotocamera e quindi riavviare il telefono.

Per utilizzarlo di nuovo in modalità normale il vostro telefono Zenfone Go, basterà riavviarlo.
EDIT
Powered by Blogger.