Dphoneworld.net

Come Vedere Netflix su Qualsiasi TV

Tutte le soluzioni per poter Guardare contenuti in streaming portando la famosa app sulla vostra televisione NON SMART senza connessione internet

Vi siete innamorati del servizio streaming disponibile finalmente anche in Italia, ma siete stanchi di guardare film e serie TV sul piccolo display del vostro cellulare? Vorreste capire come usare l'app anche sulla vostra televisione, anche se è vecchia e senza connessione internet?

Allora direi che è il momento di capire come fare per guardare Netflix su qualsiasi TV, che sia una vecchia senza internet oppure una Smart, per poter avere una visione più coinvolgente e meno stancante per gli occhi. Quando dico "non smart", intendo precisamente tutte quelle vecchie televisioni che non sono dotate di una connessione a internet oppure quelle che hanno una scheda di rete integrata, ma sono prive dell'app.

Tempo fa', vi ho già parlato di tutti i dispositivi compatibili e nell'articolo trovate già qualche soluzione, ma ho voluto fare questo approfondimento per spiegarvi tutti modi possibili per vedere Netflix su TV anche vecchiotte e guardare tutte le serie televisive e i film che volete.

Quanto c'è da spendere?

La spesa da affrontare è variabile, da 0€ a 100€, a seconda del metodo che trovate più adatto alla vostra circostanza e prima di iniziare con le diverse soluzioni, voglio assicurarmi che abbiate già creato un account. In caso positivo, passate a leggere i metodi, altrimenti vi guido io nella sottoscrizione dell'abbonamento per iniziare a spulciare l'intero catalogo, ricco di film, serie TV, documentari e cartoni animati.

Partiamo subito quindi alla scoperta di come vedere Netflix su TV e vi lascio i link ai vari paragrafi della guida.


Come creare un nuovo account

Se vi state approcciando solo adesso al mondo di Netflix e non avete ancora un'account, dovete sapere che il servizio di streaming on demand in Italia è disponibile solo dietro sottoscrizione di un abbonamento mensile, senza vincoli, per abbonarsi ecco come fare:
  1. Andate sulla homepage del servizio streaming
  2. In alternativa, se usate una Smart TV, avviate l'app e da lì creare un nuovo account
  3. Cliccate sul pulsante rosso con la scritta "ABBONATI GRATIS PER UN MESE"
  4. Compila tutti i form con i tuoi dati
  5. Scegli come pagare
  6. Conferma tutti i dati
  7. Fatto!
I costi dell'abbonamento variano da 7,99€ per il piano base, a 13,99€ per quello premium, passando per quello standard che costa 10,99€. Per chi si domanda come pagare Netflix, i metodi di pagamento sono molti. Ci si può abbonare tramite carta di credito e debito (Visa, MasterCard, American Express e PostePay), carte di credito prepagate, carte regalo, PayPal, iTunes oppure il Google PlayStore. Di recente poi molti operatori hanno siglato degli accordi con il servizio di streaming, consentendo di includere i costi direttamente nella bolletta.

come creare account per vedere film su netflix

Con l'app di Netflix, su TV Smart

Le Smart TV sono tutti quei televisori che sono dotati del sistema operativo WebOSTizen, o simili e potete facilmente capire se il vostro televisore è Smart oppure semplicemente solo Wi-Fi guardando se sul telecomando è presente il tasto smart, in caso positivo il vostro televisore lo è, altrimenti può solo navigare su internet tramite browser.

Poi ci sono anche le Android TV che sono alcune App preinstallate ed in più c'è il sistema operativo Android TV installato.

In Italia Neflix è quindi disponibile su TV Smart di tanti brand, i quali usano segnalarle con la dicitura "Netflix Reccomended TV", ed permettono di vedere contenuti anche in qualità Ultra HD, la massima risoluzione disponibile, a cui si aggiungono colori perfetti grazie alla tecnologia HDR. Il 4K vi regalerà una visione ben 4 volte più coinvolgente ed emozionante rispetto alla Full HD. Le televisoni 4K sono il modo migliore di gustare serie TV su Netflix come Stranger Things, Narcos, The Crown, Marvel's The Punisher, Suburra, Black Mirror e La Casa di Carta, poi ci sono documentari acclamati dal pubblico come Jim e Andy e Fuocoammare e gli episodi della docuserie Racconti di Luce. Solo guardando i contenuti UHD presenti nel catalogo vi renderete conto quanto le immagini in 4K siano un qualcosa di unico, con scene nitide, brillanti e straordinariamente definite.

[ads-post]

I passaggi da seguire per usare l'app sono: connessione a internet tramite Wi-Fi o cavo lan, accesso allo store per scaricare e installare il servizio sulla Smart TV, quindi dovete lanciare l'app facendo il login e siete pronti per guardare contenuti on demand sulla televisione.

Quasi sempre l'app di questo servizio è già preinstallata su tutte i modelli identificati dalla dicitura Netflix Recommented TV e quindi non dovrete pensare nemmeno a scaricarla. La procedura è più o meno simile per tutte le Smart TV, quindi è valido per i seguenti televisori LG, Philips, Sony, Samsung, Panasonic, Shark, Hisense, AKAI, Telefunken ed altre marche.

Se volete conoscere di più e approfondire l'argomento, vi rimando alla mia guida su come installare Netflix sulle Smart TV.

Con la chiavetta Chromecast

Il metodo più smart e "cool", secondo la mia opinione, è quello di usare la chiavetta Chromecast per trasmettere l'app Netflix dal telefono alla TV in modo da vedere qualsiasi cosa vogliate direttamente sulla vostra televisione. Questa soluzione è la più smart possibile per la visione di contenuti in streaming su qualsiasi televisore che abbia una porta HDMI. Se poi questo ingresso non è presente, allora esistono degli adattatori HDMI-Presa Scart che funzionano benissimo.

Ma torniamo a parlare di Chromecast. Che cos'è? Come funziona? Spiegarlo è veramente semplice.

Potrebbe interessarti anche la mia guida su come collegare Netflix dal telefono alla TV

Cosa sono e come funzionano

Tecnicamente la chiavetta Chromecast è un dispositivo per lo streaming che serve per trasmettere video, auto e foto dal telefono alla TV, funziona benissimo con tante app che riproducono contenuti video on-demand ed è tra le soluzioni preferite per vedere un contenuto di Netflix su qualsiasi TV. Quando la usate, lo smartphone ha solo il compito di inviare alla televisione una specie di "link". La televisione lo riceve e visualizza un film o una puntata di una serie televisiva Netflix sulla TV ed è quindi la chiavetta Chromecast che scarica il flusso audio/video da internet. Pertanto, una volta iniziata la visione, il telefono non serve più e quindi non sarà sotto stress, come qualcuno magari potrebbe pensare.

In sostanza, la Chromecast trasforma la tua vecchia televisione in una Smart TV ed il tuo telefono in telecomando.

Per quanto riguarda l'utilizzo e la configurazione, vi rimando alla mia guida sui lettori streaming, dove trovate tutte le risposte alle vostre domande.

Quanto costano?

Vi siete decisi nell'acquisto di un dispositivo di Streaming? Bene, allora adesso vi consiglio quale modello comprare e quali caratteristiche bisogna tener conto prima dell'acquisto.

Il modello migliore in assoluto è quello prodotto da Google e si chiama Google Chromecast ed ha un prezzo che parte da 39€ per il modello Full HD, mentre se avete la possibilità di guardare film anche in 4K e quindi avete sia una connessione internet in FIBRA che una TV Ultra HD, allora dovrete optare per la versione Chromecast Ultra che costa 79€.


Se però volete spendere questa cifra, pensate bene se magari non conviene comprare un Set Box Android con licenza DRM per Netflix!

Le alternative a Chromecast? Ve le sconsiglio

La chiavetta di Google non è l'unico lettore di streaming, però è il solo che vi consente di guardare Netflix in Italia perché ha la licenza DRM che serve a garantire che i film non vengano in qualche modo "piratati" e scaricati in modo illegale.

Per approfondimenti sull'argomento, vi rimando alla mia guida su Netflix e licenza DRM.

Nonostante ciò che scrivo, sul web ci sono utenti che comunque consigliano diverse alternative. Io vi invito a fidarvi solo di prodotti certificati e ultra testati, anche da me personalmente, comprando quindi la chiavetta Chromecast di Google.

Con le Console

Come avrete letto, tra i dispositivi compatibili ci sono anche le console per videogiochi più moderne, ossia quelle dotate di una interfaccia software che potremmo definire "smart", che oltre a offrire un menù per giocare, consente anche di scaricare app e contenuti vari dai relativi store.

Tra queste app, c'è proprio il servizio di streaming Netflix da usare direttamente sulla tua TV. Non vi serve nulla di più oltre la console ed il cavo HDMI che già avete.

Dunque Netflix è disponibile e quindi compatibile con le seguenti le console:
  • Xbox 360
  • Xbox One
  • Xbox One S
  • Xbox One X
  • Playstation 3 (PS3)
  • Playstation 4 (PS4)
  • Playstation 4 Pro (PS4 Pro)
  • Nintendo Wii U
Per chi si dovesse invece domandare se è anche possibile guardare film su Netflix con Nintendo Switch, allora purtroppo la risposta è negativa.

Hai problemi con l'installazione dell'app sulla vostra console? Leggi il mio articolo su come installare e usare Netflix sulle Console.

Con i Set Box Android

Volete installare l'app di Netflix su qualsiasi TV anche se è vecchia e non è dotata di una connessione a internet? La soluzione si chiama Set Box Android e permette di portare l'applicazione in questione praticamente su ogni televisore. Da precisare che non si andrà a mettere l'app direttamente sulla TV, ma su questi dispositivi ed ora vi spiego come funziona questo metodo che in pratica trasforma qualsiasi televisore in una Smart TV!

I Set Top Box sono una sorta di mini PC dotati quindi di CPU, GPU, porte USB, HD ed alcuni hanno anche degli hard disk oppure dei lettori di schede micro SD, e sono muniti di un sistema operativo che può essere Android, Android TV oppure Windows. Grazie a questa caratteristica, i Set Box consentono di fare uso di app del Play Store tra cui proprio Netflix.

La nota storta di questi dispositivi è il fatto che per poter godere al massimo della qualità di film ed altri contenuti, bisogna spendere almeno 90€, questo perché quelli più economici non hanno la licenza DRM e di conseguenza permettono di visualizzare video al massimo in risoluzione 480p. Invece, con licenza DRM, non avete alcun problema di risoluzione e potete visualizzare film in HD, Full HD e anche Ultra KD (4K).

Quali sono le differenza tra Set Box Android e la Chromecast?

In sostanza i Set Box Android funzionano in modo indipendente, si connettono a internet e potete installarci sopra qualsiasi app dal Play Store oppure anche gli APK. I dispositivi di streaming, invece, per funzionare hanno bisogno di uno smartphone Android oppure di un iPhone, il quale funge da una sorta di telecomando.

Dal punto di vista economico, i dispositivi di streaming sono più convenienti ma hanno bisogno di uno smartphone dal quale riprodurre contenuti e di app compatibili, tra cui anche il browser Chrome. Se quindi la vostra idea è quella di spendere poco ed usare solo Netflix, ma anche YouTube, allora optate per questa strada (disp. streaming). Se invece volete una soluzione più completa, e magari volete anche scaricare dei giochi oltre che guardare film in streaming, allora scegliete la strada dei Set Box Android.

Quali set box Android comprare per guardare Netflix sulla TV

Avrete dunque capito che se avete un vecchio televisore senza alcuna connessione internet oppure una TV dotata semplicemente di un browser che si connette a internet, allora una soluzione possibile per vedere Netflix su queste vecchie TV è quella acquistare dei set box Android. Ma quale comprare?

Su questo argomento mi sono informato molto bene ed in precedenza ho anche scritto un'articolo riguardo a quali set box Android comprare e quali sono i migliori Set Top Box del 2018, perché dovete sapere che se andrete ad acquistare un top set box economico che non ha una precisa caratteristica tecnica, allora l’unico modo per vedere i film su questo servizio di streaming è alla risoluzione 480p, la quale è una risoluzione ad oggi molto bassa, addirittura scadente, che quindi non vi consentirà di godere al massimo i film. Ma se volete risparmiare, e soprattutto se non mi interessa la risoluzione più alta del 480p, allora potete acquistare i modelli che costano sui 30€. Invece se come me siete fissati con la risoluzione dei film e non vi basta guardare un una serie tv, un documentario alla risoluzione 480p, allora dovete spendere almeno 90€. Di seguito alcuni dei modelli che funzionano meglio.

CON LICENZA DRM (potrete vedere film su Netflix in HD, FHD e 4K UHD)

Bene, siete quei tipi che amano i video ad alta risoluzione e vogliono godersi una qualità perfetta delle immagini vero? Bene, allora ho per voi alcuni dei migliori modelli acquistabili su Amazon a partire da circa 70€, e per essere certi che sono compatibili a pieno con l'alta risoluzione, controllate sempre che tra le specifiche tecniche si siano la dicitura "Supporto DRM requisito" o comunque qualcosa che abbia a che fare con la licenza DRM.


Il migliore Set Box Android per Netflix, ma anche per giocare, è Nvidia Shield che costa dai 200€ fino a 300€ a seconda dell'hard disk, poi abbiamo il Xiaomi Mi Box ed il terzo classificato è il WeTek, mentre poi abbiamo altri più economici di marche meno conosciute.

Il mio consiglio è quello di optare per il modello Xiaomi Mi Box acquistandolo da GearBest, sito cinese molto affidabile dal quale ho acquistato lo stesso prodotto anche personalmente. Per l'appunto, leggi la mia recensione del prodotto e del sito.

Se invece volete ordinare da Amazon, ecco i migliori Set Box di seguito:


SENZA LICENZA DRM (per guardare Netflix in 480p)

Se non badate tanto alla risoluzione e volete spendere poco, o magari volete capire da soli come funzionano questi Set Box Android provando prima qualcuno economico? Allora ecco i modelli che vi consiglio:



Se arrivate a spendere oltre i 50€, allora passate ai modelli con licenza DRM.

Mi raccomando, nel caso in cui optate per quelli più economici, nella scelta tenete in considerazione la quantità di RAM, la versione di Android e lo spazio disponibile.

Con il portatile tramite cavo HDMI

Questo metodo è molto semplice da attuare perché andrete ad utilizzare il vostro PC portatile oppure il Macbook dotati di una uscita HDMI e ciò che vi servirà comprare è semplicemente un cavetto HDMI e quindi la spesa è davvero minima, ma sono sicuro che a casa ne possedete già uno.

Se comunque non ce l'avete e non sapete dove comprarlo, io vi consiglio di ordinarlo da Amazon, dove potete scegliere di acquistarne uno da 0.9 metri, 1.8, 3, 4.57, 7.5 e 15 metri.

Detto ciò, ecco come collegare il PC alla TV per vedere Netflix,:.
  1. Prendete il cavetto HDMI e collegate una estremità alla porta HDMI presente sul lato del portatile
  2. L'altra estremità dovrete connetterla alla relativa porta presente dietro alla vostra televisione e ricordatevi il nome (HDM1, HDMI 2, ecc.)
  3. La connessione è terminata, ora sul telecomando della TV premete il tasto "Sorgente" / "Source" oppure "Uscita" e selezionate l'ingresso contrassegnato dal nome della porta che avete scelto
  4. Fatto! Adesso vedrete la schermata del computer sullo schermo del televisore
A questo punto ci sarebbero altre cose da dire, come la personalizzazione della modalità di visione. Se siete su Windows, fate click destro sul desktop e scegliete "Proprietà", quindi in "Schermi multipli" potete decidere come gestire la visualizzazione. Su MAC invece, andate sul simbolo della mela in alto a sinistra, scegliete "Preferenze di sistema..." quindi selezionate "Monitor".

Bene, adesso non vi rimane che aprire il browser alla pagina iniziale di Netflix, e godervi tutti i contenuti sulla vostra vecchia TV che ora è "quasi Smart"! Su Windows 10 potete anche scaricare l'app, ma a volte da dei problemi.

Ultima cosa, se avete problemi di auto, andate in basso a destra sull'icona dell'altoparlante e scegliete "Dispositivi di riproduzione". Da lì, impostate l'audio in modo che venga indirizzato alla porta HDMI.

Con la Apple TV

Se invece possedete o avete deciso di acquistare una Apple TV per godervi al massimo film e serie TV sul grande schermo, allora prima di tutto complimenti per l'acquisto!

Infatti, è possibile vedere i contenuti Netflix anche su Apple TV, quindi se il costo pari a € 159 rientra nel budget, allora potrete effettivamente considerare l'acquisto perché funziona alla perfezione, come ogni prodotto Apple d'altronde.

Dove comprare l'Apple TV

Prima di andare a scoprire dove comprare l'Apple TV spendendo poco, voglio illustrarvi quali sono i prezzi dei vari modelli attualmente disponibili sul mercato. Si parte da€ 159€ per il modello di 4a generazione, mentre poi c'è l'ultima generazione, la Apple TV 4K che ha un prezzo che parte da 199€ per la versione dal 32GB di memoria interna mentre se volete avere una maggiore capacità di memoria, dovrete optare per la versione da 64GB che costa solo 20€ in più, quindi 219€. Quindi, ricapitolando questi sono i prezzi di listino ufficiali:
  • Apple TV 4a generazione - 159€
  • Apple TV 4K 5a generazione - 199€
  • Apple TV 4K 5a generazione - 219€
Potete acquistarla a questi prezzi dal sito Apple cliccando su uno dei link:


In alternativa, e per risparmiare, potete cercare su Ebay dove è possibile trovarle a prezzo più basso, ma io vi consiglio di più acquistare dal sito della Apple perché così facendo state più tranquilli e sarete certi di acquistare l'ultima generazione disponibile. Se fosse disponibile su Amazon, vi consiglierei di acquistarlo da lì, ma purtroppo ho fatto una ricerca e mi risulta che non si trovano.

Per ulteriori dettagli, leggi la mia guida su come configurare Netflix con Apple TV

Queste sono tutte le soluzioni in Italia per guardare Netflix su ogni tipo di TV, da quelle più vecchie senza internet e senza un'app store, a quelle più moderne. A seconda delle vostre esigenze sceglierete un metodo o l'altro e la cosa certa è che l'esperienza di visione sarà sempre la stessa grazie alla flessibilità del servizio.
EDIT

Nuovo mese e nuovi spot! Siamo nel mese di Luglio di questo 2018 che ci porta i mondiali senza però la nostra nazionale e la pubblicità di cui vi parlo oggi è quella di ANIA che non è un semplice nome, bensì una sigla. A.N.I.A. è infatti l'acronimo di Assicurazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici.

In modo particolare, ciò che andremo a vedere è come si chiama la canzone pubblicità che ANIA ha scelto come colonna sonora. Una sigla bellissima, un brano famosissimo realizzato da una band tra le più ascoltate al mondo.

Video Spot Ania

Il testo dello spot ANIA recita: "Se il tuo futuro venisse a raccontarti tutte le avventure, le sfide, i progetti e le emozioni che la vita ha serbo per te, ti preoccuperesti o te ne occuperesti? A questo servono le assicurazioni, a farti guardare avanti con fiducia e ad affrontare la vita con sicurezza. Tu pensa a vivere, noi ad assicurarti. Ania, associazione delle imprese di assicurazione".
[ads-post]
Canzone Pubblicità Ania | Spot 2018, Luglio

Vi lascio guardare il filmato della campagna pubblicitaria, per passare subito a scoprire il nome della sigla scelta per accompagnare i protagonisti in questo video promozionale:

[youtube src="G3UD3azg1VU"/]

Canzone Pubblicità

Ebbene, abbiamo capito di cosa tratta lo spot e quindi vi dico subito il titolo della canzone pubblicità Ania e chi canta questo bellissimo pezzo.
  • TITOLO: Next To Me
  • CANTANTE: Imagine Dragons

Info sul brano Next to Me degli Imagine Dragons



E' un brano prodotto da Alex Da Kid, pubblicato dopo l’uscita dell’ultimo album “Evolve”, disco che ha venduto più di 1.3 milioni di copie in America e totalizzato oltre 4 miliardi di stream globali.

“Next to me” è disponibile in tutti gli store digitali, incluso Amazon e Spotify.

Gli Imagine Dragons hanno annunciato anche le nuove date del loro tour che farà tappa anche in Italia a settembre in occasione del Milano Rocks. La band sbarcherà all’Area Expo – Open Air Theatre – Experience di Milano il prossimo 6 settembre.

Testo della canzone

Something about the way that you walked into my living room
Casually and confident lookin’ at the mess I am
But still you, still you want me

Stress lines and cigarettes, politics and deficits
Late bills and overages, screamin’ and hollerin’
But still you, still you want me

Oh, I always let you down
You’re shattered on the ground
But still I find you there
Next to me
And oh, stupid things I do
I’m far from good, it’s true
But still I find you
Next to me (next to me)

There’s something about the way that you always see the pretty view
Overlook the blooded mess, always lookin’ effortless
And still you, still you want me

I got no innocence, faith ain’t no privilege
I am a deck of cards, vice or a game of hearts
And still you, still you want me

Oh, I always let you down
You’re shattered on the ground
But still I find you there
Next to me
And oh, stupid things I do
I’m far from good, it’s true
But still I find you
Next to me (next to me)

So thank you for taking a chance on me
I know it isn’t easy
But I hope to be worth it (oh)
So thank you for taking a chance on me
I know it isn’t easy
But I hope to be worth it (oh)


Oh, I always let you down (I always let you down)
You’re shattered on the ground, (shattered on the ground)
But still I find you there
Next to me
And oh, stupid things I do (stupid things I do)
I’m far from good, it’s true
But still I find you
Next to me (next to me)

Traduzione della canzone

C’è qualcosa nel modo in cui sei entrata nel mio salotto
Casualmente e sicura di te, guardo il disastro che sono
E tu ancora, mi vuoi ancora

Linee di tensione e sigarette, politica e deficit
Conti da pagare in ritardo e eccessi, gridando e strillando
E tu ancora, mi vuoi ancora

Oh, ti deludo sempre
Sei a pezzi a terra
Ti trovo ancora lì
Vicino a me
E oh, le cretinate che faccio
Sono tutt’altro che buone, è vero
Ti trovo ancora
Accanto a me (accanto a me)

C’è qualcosa nel modo in cui vedi sempre le cose belle
Trascuri il disordine sanguinante, sempre in maniera spontanea
E tu ancora, mi vuoi ancora

Non ho l’innocenza, la fede non è un privilegio
Sono un mazzo di carte, un vizio o una partita a carte
E tu ancora, mi vuoi ancora


Oh, ti deludo sempre
Sei distrutto a terra
Ti trovo ancora lì
Vicino a me
E oh, le cretinate che faccio
Sono tutt’altro che buone, è vero
Ti trovo ancora
Accanto a me (accanto a me)

Quindi grazie per avermi dato una possibilità
So che non è facile
Ma spero di valerne la pena (oh)
Quindi grazie per avermi dato una possibilità
So che non è facile
Ma spero di valerne la pena (oh)

Oh, ti deludo sempre (ti deludo sempre)
Sei distrutto a terra (distrutto per terra)
Ti trovo ancora lì
Vicino a me
E oh, le cretinate che faccio (le cretinate che faccio)
Sono tutt’altro che buone, è vero
Ti trovo ancora
Accanto a me (accanto a me)

Filmato Musica Spot

Su YouTube il videoclip del brano Next To Me degli Imagine Dragons, la canzone dello spot ANIA, non ha ottenuto tante visualizzazioni, circa 12 milioni e ve lo propongo subito (la musica inizia sui 5 minuti):

[youtube src="Txlk7PiHaGk"/]

Come al solito, vi rimando alle mie raccolte delle pubblicità di Luglio 2018 dove troverete tutti gli spot più recenti e le informazioni riguardo le canzoni.
EDIT

Cerchi per caso uno degli ultimi spot pubblicitari della Apple? Bene, allora sei capitato proprio nel posto giusto perché qui troverai nel tempo una raccolta di tutte le pubblicità di questo brand, con una descrizione breve ed il collegamento all'articolo in cui puoi trovare informazioni utili quali ad esempio come si chiama la canzone della pubblicità oppure come si chiamano i testimonial protagonisti, come l'attore, l'attrice, una modella oppure un modello. Pronti? Iniziamo con tutti gli Spot Apple riguardanti iPhone, iPad, Apple Watch e Apple Music!

Luglio 2018

Canzone pubblicità Apple fotografare il calcio con iPhone X

Nuovo spot per l'iPhone X, primo smartphone bezel-less di Apple che vuole mostrarci come fotografare scene di calcio usando il melafonino.

[youtube src="LiilvtIS94c"/]

La canzone della pubblicità si chiama "1,2,1,2" ed è cantata da "George the Poet".
  • TITOLO: 1,2,1,2
  • CANTANTE: George the Poet
[youtube src="MY28d3DVEgM"/]
[ads-post]

Pubblicità Apple di Giugno 2018

Spot Apple di Maggio 2018

A Maggio, e in realtà anche ad Aprile 2018, abbiamo un nuovo spot pubblicitario della Apple con l'iPhone 8 product RED, ossia quello di colore rosso. Ho trovato il titolo del brano ed ecco qui l'articolo:

Canzone Pubblicità  iPhone X funzione Ritratto, Musica Spot mese Febbraio 2018

Avete appena visto in TV il nuovo spot di Apple 2018, con tanto di bella musica come colonna sonora, e volete sapere come si chiama la canzone della pubblicità di iPhone X con funzione Ritratto? Allora anche a voi ha colpito la scelta del jingle e forse grazie a questo la campagna pubblicitaria avrà un buon successo, così come il prodotto.

Canzone Pubblicità Apple Selfie con iPhone X , Musica Spot mese Febbraio 2018

Nello spot di Febbraio 2018, vediamo i Selfie scattati con Illuminazione ritratto su iPhone X e sentiamo le parole di Muhammad Ali, che quindi è anche lui protagonista dello spot con la sua voce. Ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per il video promozionale di Apple non è vero?

Canzone Pubblicità Apple iPad Pro + iOS 11 - aumenta la realtà in un modo nuovo - , Musica Spot mese Gennaio 2018

Nello spot di Gennaio 2018, vediamo come l'azienda di Cupertino ci mostra tramite un simpatico bambino (già visto nello spot iPad Pro 2017) che con iPad Pro e iOS 11 puoi usare la realtà aumentata per trasformare il mondo intorno a te. Il messaggio che vuole mandarci è che il tuo prossimo computer potrebbe non essere un computer. ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per il video promozionale non è vero?

Canzone Pubblicità Apple iPad Pro - 'Cos'è un Computer?', Musica Spot mese Dicembre 2017

Nello spot di Dicembre 2017, vediamo che c'è un bambino molto "smart" che usa il suo iPad Pro in tutti i momenti della giornata e verso la fine del video arriva un suo amichetto che gli domanda "Che fai al computer?" e lui risponde "Cos'è un computer?". Ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per il video promozionale del nuovo Apple iPad Pro non è vero?

Modella Pubblicità Apple iPhone X Animoji, Musica Spot mese Dicembre 2017

Nello spot, di Dicembre 2017, vediamo che l'azienda ci mostra una delle novità più divertenti che porta il "malafonino" di quest'anno, ossia le Animoji che sono in pratica delle faccine che riproducono il nostro volto, seguono le nostre espressioni e parlano con la nostra voce, ma a voi interessa solo conoscere il nome della ragazza scelta come protagonista per lo spot di iPhone X Animoji non è vero?

Canzone Pubblicità Apple iPhone X Animoji, Musica Spot mese Dicembre 2017

Nello spot di Dicembre 2017, vediamo che l'azienda ci mostra una delle novità più divertenti che porta il "malafonino" di quest'anno, ossia le Animoji che sono in pratica delle faccine che riproducono il nostro volto, seguono le nostre espressioni e parlano con la nostra voce, ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per il video promozionale di Apple iPhone X Animoji non è vero?

Canzone Pubblicità Apple auricolari AirPods 2, Musica Spot mese Dicembre 2017

AGGIUNTI DUE NUOVI SPOT - Nello spot di Dicembre 2017, vediamo che la mela morsicata ci presenta i nuovi auricolari senza fili "AIRPODS 2", ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per il video promozionale di Apple auricolari AirPods 2 non è vero?

Canzone Pubblicità Apple iPhone X nuovo spot con Face ID, Musica Spot mese Novembre 2017

nello spot di Novembre 2017, vediamo che l'azienda di Cupertino ci mostra un interessante video concentrato in pochissimi secondi in cui ci spiega quanto può essere comodo il nuovo metodo di sblocco e quanto è sicuro, anche per i pagamenti sfruttando il sistema Apple Pay, ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per il video promozionale di Apple iPhone X con Face ID non è vero?

Canzone Pubblicità Apple condividi la magia di Natale, Musica Spot mese Novembre 2017

Nello spot di Novembre 2017, vediamo che l'azienda ci invita a condividere tutta la magia che c'è soltanto a Natale, il periodo più bello dell'anno in cui tutti fanno regali ed ovviamente cosa c'è di meglio da regalare se non un nuovo iPhone X con le cuffiette Wireless AirPods? Ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per la campagna Apple condividi la magia di Natale non è vero?

Canzone Pubblicità Apple iPhone X e cuffie AirPods senza fili (pre-Natale), Musica Spot mese Novembre 2017

Nello spot di Novembre 2017, vediamo un promo pre-natalizio ambientato chissà in quale bella città innevata e ci sono una ragazza e un ragazzo con protagonisti il nuovissimo iPhone X (vedi il contenuto della confezione) e le cuffiette senza fili AirPods. Ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per Apple iPhone X e cuffie AirPods senza fili (pre-Natale) non è vero?

Canzone Pubblicità Apple Watch 3 SIRI (metti un po di musica...), Musica Spot mese Ottobre 2017

Nello spot Apple di Ottobre, vediamo una ragazza che corre con il suo smartwatch di terza generazione della Mela morsicata che ha anche SIRI integrato e gli chiede di mettere un pò di musica. Tutto ciò è possibile grazie all'integrazione con Apple Music e l'uso della sim direttamente nello smartwatch. Ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per la Pubblicita’ di Apple Watch 3 SIRI (metti un po di musica...) non è vero?

Canzone Pubblicità Apple iPhone X (finalmente disponibile), Musica Spot mese Ottobre/Novembre 2017

Nello spot Apple di Ottobre, vediamo che la Mela morsicata ci mostra il suo gioiellino di punta che ha sorpreso tutti durante l'ultimo Keynote presentato da Tim Cook. Un design full screen e senza tasto centralo per usare il nuovo iPhone semplicemente con le gesture. Mentre il fratello iPhone 8 non ha rivoluzionato, lui lo fa alla grande portandosi anni avanti rispetto alla concorrenza. E come al solito, Apple ha ideato degli spot ad hoc veramente azzeccati!

Ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per la Pubblicita’ di Apple iPhone X (finalmente disponibile) non è vero?

Canzone Pubblicità Apple iPhone 8 (Ragioni per amare i nuovi iPhone 8 e 8 Plus), Musica Spot mese Ottobre 2017

Nello spot Apple di Ottobre, vediamo quali sono secondo la Mela morsicata le 8 ragioni per le quali dobbiamo amare i suoi nuovi smartphone. Ecco i numeri di iPhone 8 e iPhone 8 Plus.

1. Nuovo design in vetro, ancora più robusto.
2. Illuminazione ritratto su iPhone 8 Plus.
3. Ricarica wireless.
4. A11 Bionic, il chip per smartphone più potente e intelligente di sempre.
5. Fotocamere ancora migliori.
6. Resistenza all’acqua.
7. Nuovo display Retina HD.
8. Realtà aumentata

Ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per la Pubblicita’ di Apple iPhone 8 (Ragioni per amare i nuovi iPhone 8 e 8 Plus) non è vero?

Canzone Pubblicità Apple Watch 3 (Surf), Musica Spot mese Ottobre 2017

Nello spot Apple di Ottobre, vediamo un surfista che evidenzia l'impermeabilità del nuovo orologio smart della Mela morsicata, ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per la Pubblicita’ di Apple Watch 3 (Surf) non è vero?

Canzone Pubblicità Apple Watch 3 (Skateboard), Musica Spot mese Ottobre 2017

Nello spot Apple di Ottobre, vediamo che l'azienda ci mostra l'uso del suo orologio smart di terza generazione che funziona anche senza iPhone usando una SIM e ce lo mostra con un ragazzo che va in giro sul suo skateboard e le cuffiette wireless AirPods, ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per la Pubblicita’ di Apple Watch 3 (Skateboard) non è vero?

Modella Pubblicità Apple iPhone 8 Plus 'Illuminazione Ritratto', Musica Spot mese Ottobre 2017

Nello spot, di Ottobre 2017, vediamo che una coppia di ragazzi ci mostra una nuova funzione dell'ottavo iPhone relativo alla fotocamera principale che si chiama "ILLUMINAZIONE RITRATTO", una funzionalità ancora in fase beta e vi spiego in breve come funziona. Grazie alla doppia fotocamera e alla nuova mappatura dei volti, quando usi la modalità Ritratto puoi giocare con la luce come in un vero studio fotografico., ma a voi interessa solo conoscere il nome della ragazza scelta come protagonista per lo spot di iPhone 8 Plus 'Illuminazione Ritratto' non è vero?

Allora interessiamoci della modella/attrice subito!

Canzone Pubblicità Apple iPhone 8 Plus 'Illuminazione Ritratto', Musica Spot mese Ottobre 2017

Nello spot Apple di Ottobre, vediamo che ci viene mostrata una nuova funzione dell'ottavo iPhone relativo alla fotocamera principale che si chiama "ILLUMINAZIONE RITRATTO", una funzionalità ancora in fase beta e vi spiego in breve come funziona. Grazie alla doppia fotocamera e alla nuova mappatura dei volti, quando usi la modalità Ritratto puoi giocare con la luce come in un vero studio fotografico.

Ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale scelto come sigla per la Pubblicita’ di Apple iPhone 8 Plus 'Illuminazione Ritratto' non è vero?

Allora interessiamoci della musica subito!

Canzone Pubblicità Apple iPhone 8 e 8 Plus, Spot mese Settembre 2017

Appena vista la nuova pubblicità Apple dei nuovi iPhone 8 e iPhone 8 Plus del 2017? Volete sapere come si chiama la canzone della pubblicità? Vi accontento subito perché l'ho appena trovata per voi!


Canzone della Pubblicità di iPhone 8 e 8 Plus, Spot Apple 2017

Canzone Pubblicità iPhone X, Spot mese Settembre 2017

Appena vista la pubblicità del nuovo Apple iPhone X del 2017? Volete sapere come si chiama la canzone della pubblicità? Beh, devo dire che appena ho visto questo video anche io volevo subito conoscere com'è che si chiama la musica spot usata come colonna sonora di iPhone X e l'ho trovata subito! E come al solito, è un brano poco conosciuto ma Apple come suo solito riesce sempre a trovare delle canzoni uniche e molto belle per i suoi spot!


EDIT

Da quando Netflix è disponibile anche in Italia, siamo tutti impazziti alla ricerca dell'ultima serie TV da guardare con le classiche maratone notturne, puntata dopo puntata, davanti allo schermo del telefono. Schermo che ormai ci sembra troppo piccolo e vorremmo magari portare Netflix dal telefono alla TV di casa e ci chiediamo se i Set Top Box sono compatibili con questo servizio di streaming.

Ebbene la risposta è sì, i Box TV Android funzionano con Netflix! A proposito, leggi anche la mia guida su come vedere Netflix su TV e tutti i dispositivi compatibili.

Però, ci sono alcune cose da sapere prima di comprarne uno perché poi magari ne ordinate uno economico da 20€, magari anche usato, e vi lamentate in primis che non riuscite a vedere i contenuti alla loro massima risoluzione ma solo a 480p.

1. La prima cosa da sapere sulla compatibilità dei Set Box con il servizio Netflix è la licenza DRM che regola i contenuti digitali ed in modo particolare i dispositivi sui quali essi vengono riprodotti. Senza entrare troppo nel lato tecnico della cosa di cui ve ne ho parlato in un'articolo dedicato, un device senza DRM non garantisce che i contenuti visualizzati non vengano piratati e quindi si impone un limite alla massima risoluzione, bloccando HD (720p), Full HD (1080p) e 4K Ultra HD (2160p).
[ads-post]
2. La seconda cosa riguarda invece il sistema operativo che viene installato sopra questi Set Top Box perché, come ho già scritto in una guida dedicata, esistono svariati modelli a partire dai semplici lettori BluRay con WebOS o simili, poi ci sono i modelli con Android versione TV o stock ed infine abbiamo quelli dotati di OS Windows oppure Linux, adatti agli utenti più smanettoni.

3. Terzo punto, molto spesso, conviene di più comprare la chiavetta Chromecast! E' un lettore streaming che trasforma uno smartphone in telecomando e permette di trasmettere Netflix dal telefono alla TV, così come altre app di stream (Prime Video, NowTV, YouTube, ecc.). L'uso è semplice, il prezzo è basso, però non si ha un Set Box a se stante perché senza un telefono compatible non serve a nulla.

Detto ciò, se volete cercare qualche modello da soli, lo potete fare cliccando su questo link, mentre se cercate un consiglio su quale Set Box comprare da usare con Netflix, allora di seguito trovate 5 modelli che ho selezionato per voi. Mi raccomando, se li acquistate da soli, leggete qui le caratteristiche tecniche minime che devono avere per non sbagliare "il colpo".

Xiaomi Mi Box 3 International: pieno supporto a Netflix

[youtube src="yETjeNIo6wg"/]

Licenza DRM e compatibilità con Netflix HD: Sì [Full HD - 4K Ultra HD]

L'ho provata tempo fa, potete leggere la mia recensione e ne sono rimasto contentissimo. E' pienamente compatibile con Netflix che funziona benissimo, senza alcun tipo di problema.

Xiaomi Mi Box 3 ha il sistema Android TVpieno supporto al 4K HDR e ai codec HEVC (H265) grazie alla CPU ARM Cortex Quad Core, 2 GB di RAM e memoria interna da 8 GB espandibile. E' una Set To Box capace di riprodurre film e serie TV su Netflix in 4K senza alcuna difficoltà, regalandovi tra le migliori esperienze d'uso spendendo una cifra contenuta.

Minimale nel design, compatta ( 9.50 x 9.50 x 1.60 cm ) e leggera (145 grammi), si presta benissimo ad essere nascosta dietro alla TV anche perché il telecomando è BlueTooth 4.1 quindi non vi darà problemi di ricezione, ed ha anche i comandi vocali accessibili tramite apposito pulsante.

xiaomi mi box 3 international miglior set tob box rapporto prezzo prestazioni

Unico difetto da segnalare è la mancanza di una porta ethernet LAN.

Ma quanto costa? Il prezzo è di circa 49€ se la acquistate da Gearbest oppure di 90€ se la si ordina su Amazon.

Io vi consiglio di fidarvi di Gearbest, l'ho fatto anche io, e pensate che mi è arrivato a casa entro la settimana dall'ordine! Un sito sicuro e ormai "collaudato" da milioni di utenti, pertanto solo se avete un bisogno urgente vale la pena di prenderlo da Amazon.

ATTENZIONE: Se la comprate fuori dai due negozi consigliati, mi raccomando fate bene attenzione ad acquistare il modello "International" perché altrimenti avrete una Box TV con la lingua cinese. Usando i link segnalati, avrete la garanzia di comprare la versione internazionale con lingua italiana, inglese, spagnola, tedesca e altre.


Nvidia Shield TV: pieno supporto a Netflix e tanto altro

[youtube src="Rw_svdyTTc8"/]

Licenza DRM con supporto a Netflix HD: Sì [Full HD - 4K Ultra HD]

Come secondo consiglio, abbiamo la Nvidia Shield TV 2017 ed il suo modello precedente, entrambe con Android TV. Da comprare solo se volete il top e prevedete non solo di guardare Netflix ma anche di giocare. L'unico difetto è il prezzo di acquisto di circa 200€, ma si risparmia scegliendo il modello di prima generazione che offre più memoria interna, addirittura 500 Gb contro i 16 Gb della seconda gen.

Nvidia Shield TV La migliore Set Top Box per chi non si accontenta

E' quindi il miglior prodotto disponibile nel 2018 in commercio, dotato di la potenza grafica necessaria per giocare ai titoli PC via GeForce Now, riproduce video in 4K HDR H265 in streaming o in locale, perfetta per usare quindi NetflixYouTube e Amazon Prime Video. Integra Google Assistant per il controllo vocale di tutti i device IoT. 

Il modello di seconda generazione è molto più compatto (16 x 9,9 x 2,5 cm) e leggero grazie al disco rigido SSD (249 grammi vs 1,15 Kg) ma ha meno memoria disponibile per il download delle applicazioni e dei giochi. La cosa interessantissima, disponibile su entrambi i modelli, è la possibilità di giocare in streaming a giochi PC dietro sottoscrizione GeForce NOW. In più, riproduci giochi per Android o trasmetti il tuo catalogo di giochi dal tuo PC con GeForce GTX comodamente dal tuo divano.

Sembra quasi inutile dirlo, ma vedere Film e Serie TV anche in 4K HDR non sarà un problema per questo Set Box numero 1 anche nel 2018, grazie soprattutto alla sua CPU NVIDIA Tegra® X1, il processore mobile più avanzato che NVIDIA abbia mai realizzato, accompagnato a 3 GB di RAM che garantiscono prestazioni eccellenti.

Quanto costa? In vendita è disponibile a partire da 179€ (la prima generazione) mentre il modello di seconda gen. costa da 199€ per la versione senza Gamepad, mentre se volete la versione che include telecomando+joystick, la cifra da spendere è di 229€. Al momento in cui scrivo, potrebbe darsi che qualche versione non sia disponibile, in tal caso vi consiglio di aggiungerla comunque al carrello e riceverete una notifica non appena il magazzino sarà rifornito.

WeTek Hub: discreta e supporta Netflix in HD e 4K

[youtube src="GP4LfmOiSpw"/]

Licenza DRM per Netflix HD: Sì [Full HD - 4K Ultra HD]

E' tra le poche Set Box con la licenza DRM per essere compatibile con Netflix in Full HD e 4K e quindi merita di esserci anche lui tra i media player Android da acquistare nel 2018.

WeTek Hub la più discreta e supporta Netflix in HD e 4K

E' una TV Box Android con processore RK3328 quad core fino a 2.0GHz, processore grafico penta-core Mali-450MP GPU con clock a 750 MHz, 2 GB di RAM e supporto ai codec video HEVC H265 fino alla risoluzione 4K ed anche l'HDR è supportato. Ha solo 1 GIGA di memoria RAM e 8 GB di memoria interna, pertanto il suo uso è prettamente orientato allo streaming usando app come Netflix, Amazon Prime, YouTube e Sky Go ad esempio.

WeTek Hub è un lettore multimediale ultra compatto, robusto e performante. Vanta i più recenti codec video 4K/UHD e audio certificato di alta qualità (DTS i Dolby). Ha una porta InfraRed esterna che consente di montarlo e nasconderlo dietro un televisore, rendendolo davvero discreto.

Il sistema operativo è basato su Android ed è stato battezzato "WeOS". Molto veloce e reattiva l'interfaccia software, consente di esplorare infinite possibilità e utilizzare le app preferite che siete abituati a usare sul telefono. 

Può essere abbinato a WeTek Gamepad per divertirsi con migliaia di videogiochi Android e sfrutta appieno la tecnologia Bluetooth per collegare dispositivi esterni come altoparlanti o tastiere.

Il prezzo non è tra i più bassi, costa infatti 94€ su Amazon, ma dovete considerare che solo il fatto di avere la certificazione DRM per vedere contenuti fino al 4K su Netflix, ha un suo prezzo e quindi perciò costa tanto.


Qualcuno potrebbe domandarsi perché spendere questa cifra, vero? Ebbene, perché ha in pratica tutto ciò che la Xiaomi Mi Box ma in più ha anche la porta Ethernet e la versione di Android WeOS permette di usare qualsiasi App senza problemi.

Mecool M8S Pro Plus: Netflix supportato solo fino a HD

[youtube src="kNycu_k8z0U"/]

Licenza DRM per Netflix HD: SI' [max HD 720]

Arriviamo al quarto modello che considero una buona scelta per chi vuole spendere intorno ai 50€ acquistando direttamente da Amazon e vuole avete al contempo un STB con cui guardare contenuti on demand su Netflix fino alla risoluzione HD. Abbiamo quindi la licenza DRM, ma ha un limite sulla risoluzione massima consentita che è 720.

Mecool M8S Pro Plus Netflix fino a HD

La Box MECOOL M8S PRO è basata sul sistema operativo Android 7.1, con processore Amlogic S905W che supporta pienamente contenuti UHD 4K premium (attenzione perché su Netflix al max è consentita la 720p per la certificazione DRM) una GPU penta-core Mali-450 in grado di gestire la grafica senza problemi e offrire immagini realistiche. A supportare le prestazioni abbiamo poi 2 GB RAM ed uno storage interno da da 16 GB. La scheda di rete Wi-Fi supporta gli standard 802.11 b/g/n.

Costa 55€ su Amazon mentre su Gearbest la trovate a partire da 34€ oppure c'è una versione che con 5€ in più include il telecomando dal design rivisitato.

MAGICSEE Iron TV Box: bel Design, prezzo basso ma Netflix supportato fino a 480p 

[youtube src="9ETXLqBgqIE"/]

Licenza DRM per Netflix HD: NO [max 480p]

Una new entry nel 2018 si chiama Iron TV Box, prodotta dall'azienda MAGICSEE che ha realizzato questo gioiellino unendo un bel design, tra l'altro anche brevettandolo, alle ottime prestazioni. E' al quinto posto tra le STB consigliate per l'uso di Netflix perché non ha alcuna certificazione DRM e pertanto consente la visione di contenuti fino alla risoluzione 480p.

Iron TV Set Top Box ottimo per Netflix dal bel design

Il vantaggio è soprattutto il suo prezzo di €40 circa che la rende la più economica tra le 5, ma ovviamente questo è legato alla mancanza delle certificazione per godersi una piena risoluzione Full HD o anche 4K. La potete trovare su Gearbest, mentre su Amazon è in vendita ad una cifra spropositata rispetto a ciò che offre; piuttosto conviene comprare una delle precedenti.

Se pensate di usarla su di una TV con una diagonale massima di 32 pollici, allora va bene, ma se invece ne possedete una più grande allora direi proprio che i 480p sono un vero limite e se proprio non volete spendere di più, allora direi che dovreste pensare di acquistare una soluzione alternativa: la chiavetta Chromecast.
EDIT

Domanda: Quante persone hanno aderito a Iliad? Tutti curiosi di scoprire il nuovo operatore iliad, magari scontenti dell'attuale gestore telefonico perché ci fa pagare troppo o perché ci nasconde delle cose (cosa che equivale ad un tradimento del fidanzato o della fidanzata 😂) ma un particolare ci ha colpiti: l'offerta di lancio da 5,99€ al mese è valida solo per il primo milione di clienti. Ma quanto è vera questa cosa? Cioè, se io adesso richiedo una nuova SIM iliad e sono il numero 1.000.001, che cosa succede? Verrò respinto?

Siccome le domande sono tante e sono in tanti anche gli utenti che si chiedono queste cose, ho deciso di fare un approfondimento scrivendo questa guida su quante SIM iliad sono state vendute al momento.

Iliad: Quanti utenti disponibili e quanti hanno già attivato la SIM

Ma prima facciamo un passo indietro, perché la domanda che riguarda "quanti utenti" può avere più significati perché magari c'è chi si domanda quanti sono gli utenti che al momento hanno aderito alla prima promozione di iliad oppure c'è chi vuole sapere a quante persone è dedicata l'offerta che vediamo in TV.
[ads-post]
Quanti Utenti Iliad già hanno richiesto l'offerta?

Per quante utenze è valida l'offerta da 5,99€?

La prima delle 2 domanda ha una risposta molto semplice. Iliad ha scelto come strategia per promuovere la sua offerta in Italia l'urgenza, dicendo a tutti che la promozione attualmente in corso è valida solo per il primo milione di clienti che decide di acquistare una sua SIM. Ma sarà vera questa cosa? Se per puro caso domani io dovessi richiedere una scheda e fosse il numero 1.000.001, allora che cosa accadrebbe? Iliad non mi manderebbe la SIM? E se invece me la mandasse, quale sarebbe la mia promozione?

Per dare una risposta, proviamo ad immaginare che siamo noi iliad e ci si presenta davanti il primo cliente dopo il primo milione. Gliela diamo la SIM oppure lo facciamo scappare verso la concorrenza? Credo proprio che chiuderei un occhio, anzi, inizierei a chiuderne uno, poi due, tre, quattro, ecc.ecc.

La mia personale conclusione è che quindi questa "urgenza" di rientrare nel primo milione di clienti è solo una strategia di marketing per non farci pensare troppo e passare al nuovo operatore. Un pò come fanno le case automobilistiche che ogni mese ne fanno una di offerta e molto spesso ne ripropongono una uguale, non prima di aver detto che era una promozione "irripetibile".

Numeri di utenti che ha già usufruito della promozione

Se invece volete farvi giusto due conti per capire quanti sono gli utenti iliad che hanno già richiesta la SIM con la promo 5,99€ al mese, allora ci ha dato una risposta proprio l'operatore francese con un comunicato stampa ufficiale. (fonte)

Luglio 2018: Sono già 250 mila mila gli utenti Iliad passati alla nuova compagnia da altri operatori, a cui si aggiungono le nuove sim card stimate fra le 50mila e le 100mila. Wind Tre sarebbe la più “colpita”: il 40% dei passaggi a Iliad farebbe capo alla società.

Un successo che a cifre è di diecimila clienti al giorno nel primo mese di lancio. Iliad, il quarto operatore mobile sbarcato sul mercato italiano il 29 maggio, avrebbe già registrato 250 mila richieste di number portability. Significa che 250 mila clienti di altri operatori avrebbero deciso di passare a Iliad, chiedendo di mantenere il proprio numero di telefono.

Secondo un report di Milano Finanza che cita stime della banca di investimento tedesca Berenberg, il 40% dei clienti arriverebbero da Wind Tre, il 25% da Vodafone, il 20% da Tim. Il resto proverrebbe da operatori virtuali di reti mobili che detenevano una fetta più piccola del mercato, come Postemobile e Fastweb. Ai 250 mila trasferimenti vanno aggiunte le nuove attivazioni, con richieste di Sim card che si aggirano tra le 50 e le 100 mila richieste in un mese.

La mia opinione sulla strategia di Iliad sul primo milione di utenti

Credo che ormai avrete capito cosa penso su questa scelta di Iliad di promuovere la sua prima offerta limitandola al primo milione di utenti che riuscirà a richiedere la SIM.

Per curiosità ho posto la domanda anche direttamente sulla pagina facebook di Iliad, avviando una chat con un'operatore e sono ancora in attesa di una risposta. Non appena ce l'avrò, la condividerò qui' con voi. Nel frattempo, vi dico che secondo me la questione del milione di utenti è solo una parte della strategia Merketing di iliad.

Vedremo come procederà la cosa nei prossimi giorni e chissà quante schede SIM saranno vendute!
EDIT

Benvenuti in questa nuova guida che riguarda un confronto tra i nuovi operatori virtuali e non che sono nati in Italia in questa seconda parte del 2018. Il primo tra tutti è Iliad che ha lanciato una super offerta da 5,99€ con ben 30 GIGA, minuti e chiamate illimitate e con il successo che ha avuto, a discapito delle compagnie telefoniche concorrenti, ha causato tanta "turbolenza".

A proposito di Iliad, vi segnalo i miei recenti articoli che magari potete leggere per approfondire alcuni aspetti:

Come funziona Iliad
Come parlare con operatore Iliad
Quanti utenti Iliad ci sono già?
10 Cose da sapere su Iliad
Aperta e chiusa questa parentesi, la turbolenza portata dall'operatore francese che è sbarcato in Italia conquistando oltre 300.000 utenti nel giro di un mese, ha portato TIM, Vodafone e Wind Tre a reagire prima con promozioni e poi con il lancio di operatori virtuali per tenere testa ai francesi.

In particolare, gli operatori virtuali che andiamo a mettere a confronto con Iliad sono Ho.Mobile (Vodafone) e Kena Mobile (TIM), entrambe compagnie che possiamo definire low cost. Ho.mobile è nata poco dopo il lancio della super promo da 30 gigabyte, mentre Kena era già presente sul mercato ma solo ora avrà un ruolo fondamentale nella lotta all'ultimo cliente rubato.
[ads-post]

Confronto tra Iliad, Ho.Mobile e Kena Mobile

Ma il motivo di questo articolo è soprattutto perché su web, tra forum e gruppi facebook, molte persone stanno paragonando la compagnia Iliad con altre compagnie che sono nate da poco, come Kena Mobile, che si appoggia su reti TIM, e Ho.Mobile, che invece usa antenne Vodafone.

La verità è che sono imparagonabili per una serie di ragioni diverse che ora vi spiego.

E' vero che tutte e 3 - assieme ad altre come Fastweb Mobile, CoopVoce e Poste Mobile giusto per citare quelle più importanti - hanno come elemento comune il prezzo della loro offerta di punta, basso, a fronte di una offerta che offre tanto, soprattutto per cil che riguarda i GIGA per la navigazione in rete.

Di fatto, invece, sono delle compagnie fondamentalmente molto differenti ed ora vi spiego prima di Iliad, rispetto a Ho.Mobile e Kena Mobile.

In seguito all'acquisizione di questo operatore telefonico delle frequenze, Iliad è un mobile network operator vero e proprio. Ma perché è successo solo oggi e non tanti mesi fa?

Dovete sapere in Italia, per legge, possono esistere solo 4 compagnie telefoniche e fino ad ora tutte e  quattro le licenze erano occupate dai gestori Wind, Tre, Vodafone e TIM.

Grazie all'accorpamento di Wind con Tre è rimasta libera una licenza che è stata acquistata da Iliad e averne una significa avere delle proprie antenne. Quindi, possedere determinate frequenze vuol dire essere proprietari anche di una rete fisica di antenne ed ecco perché ha più senso paragonare Iliad a TIM, Vodafone e Wind Tre, piuttosto che a Kena Mobile oppure Ho.Mobile.

I primi sono operatori reali, mentre i secondi sono operatori che vengono denominati virtuali.


Ma cosa significa essere una compagnia fisica? Avere delle proprie reti, quindi una propria infrastrutture. Attualmente Iliad, sebbene abbia già acquisito circa 300 antenne dismesse da Wind Tre, si appoggia alle celle di questo operatore e tecnicamente questo tipo di collaborazione viene chiamata Ran Sharing. Questa è una strategia tecnologica di condivisione delle risorse di rete mobile; grazie al Ran Sharing è possibile per due o più operatori condividere in alcune zone le medesime risorse alle stesse frequenze per ottimizzare i costi e ridurre inoltre l'impatto ambientale.

Tutto questo tradotto in un linguaggio comune significa che Iliad non sta tecnicamente appoggiata su Wind Tre ma condivide alcune antenne e questo quindi la fa differire da Ho.Mobile e Kena, i quali invece non hanno frequenze proprie e alcuna licenza.

Dunque, riassumendo, la differenza tra Kena, Ho e Kena è che i primi due sono virtuali ed il terzo invece è un vero operatore reale con licenza e frequenze proprie che al momento usa su reti Wind Tre, dal 2019 avrà una rete propria di antenne sul territorio italiano.

Ciò che le accomuna, è invece il prezzo basso delle proprie offerte, 5,99€ per Iliad e 6,99€ per le altre due compagnie telefoniche low cost italiane.

Tra le 3 quali scegliere? Beh, qui' c'è tutto un discorso a parte che riguarda la copertura perché è molto variabile da zona a zona, quindi magari a Milano tutte funzionano benissimo, mentre in piccole città Kena e Ho che si appoggiano a reti consolidate di TIM e Vodafone, potrebbero funzionare meglio di Iliad, anche se non è detto! Consiglio di farvi un giro su twitter e cercare degli speedtest effettuati con i vari operatori in città specifiche, così giusto per farvi un'idea.

Ultima cosa che voglio dire è che le SIM di Ho. hanno una velocità di internet limitata a 60 Megabit al secondo, cosa non da poco visto che si parla tanto di 4G+ e poi si va a frenare il download, il tutto a discapito dei clienti che magari si sentono "di serie B" rispetto agli altri. Voglio dire che se per caso Ho.mobile fosse gratis, allora potrei accettare questa situazione, ma non è così e quindi perché porre un limite del genere?

EDIT

AGGIORNAMENTI SUGLI ULTIMO SPOT:

# 1 A Luglio, un nuovo spot Wind con Fiorello della promozione Wind Family 5 GIGA.

#2 A Giugno c'è un nuovo spot della Wind in onda, che tratta della ALL INCLUSIVE Music Awards con 20 GIGA a soli 10 euro al mese (prezzo vero) e se vuoi la cassa Skullcandyè inclusa. La canzone che si sente nella campagna pubblicitaria è un pezzo dei Black Eyed Peas.

#3 A maggio, invece, ci sono stati vari spot di Wind All Inclusive e la canzone usata è la stessa in tutte le pubblicita'. In basso trovate il titolo ed il filmato.

Pubblicità Wind Family con Fiorello

Nuovo spot con Fiorello che rilassa al sole.  Entra in Wind Family, e aggiungi SIM per la tua famiglia. Con Wind Family Member hai 5 GIGA, 500 minuti per te e 50 GIGA per tutta la famiglia a 5€/mese.

Ecco il filmato:

[youtube src="fK8vLOu5sgk"/]

Canzone spot

La canzone è "The Black Eyed Peas - I Gotta Feeling".

[youtube src="uSD4vsh1zDA"/]

Pubblicità Wind ALL INCLUSIVE Music Awards con 20 GIGA

Si dice che la musica ha il potere di far ballare tutti, ma proprio tutti! Si vede una scritta "35 MB di trasgressione" e si mette in evidenza la cassa Skullcandyè sulla destra. Tutto ciò per promuovere la nuova offerta Wind All Inclusive lanciata in occasione del festival "Wind Music Awards [WMA 2018]" che comprende venti gigabyte di traffico internet a soli 20 euro mensili.

Pubblicità Wind ALL INCLUSIVE Music Awards con 20 GIGA

Il pezzo scelto come musica per lo spot si chiama "I Gotta Feeling" ed è cantato dal gruppo "The Black Eyed Peas", una band hip hop/dance statunitense, formatosi nel 1995 a Los Angeles (California). Il gruppo è composto da apl.de.ap, will.i.am (già compagni di liceo) e dal rapper Taboo. Hanno fatto parte del gruppo anche la corista Kim Hill e Fergie, che l'aveva sostituita. Il loro album di debutto fu Behind the Front, pubblicato nel 1998. Nel 2000 il gruppo pubblicò il secondo album, Bridging the Gap. Il successo però arrivò nel 2003, con il terzo album Elephunk, che vide la cantante Fergie in sostituzione di Kim Hill. Dopo anni di successo, il gruppo si assentò delle scene per quasi 4 anni.

Nel 2009 i Black Eyed Peas tornarono sulle scene musicali con l'album The E.N.D.. Con questo album, il gruppo abbandona in gran parte le sonorità hip hop per avvicinarsi di più alla musica dance. I singoli estratti dall'album sono stati Boom Boom Pow, I Gotta Feeling, Meet Me Halfway, Imma Be e Rock That Body. A giugno 2010 il gruppo, insieme ad altri artisti, si è esibito nella cerimonia di apertura dei campionati mondiali di calcio. L'anno successivo i Black Eyed Peas pubblicarono The Beginning; i singoli estratti sono The Time (Dirty Bit), Just Can't Get Enough e Don't Stop the Party.


Rivediamoci il video visto in TV e quello del brano musicale.

Video dello spot

[youtube src="Nl8A3dB_qVk"/]

La canzone: "The Black Eyed Peas - I Gotta Feeling"

[youtube src="uSD4vsh1zDA"/]

Pubblicità precedenti

Avete appena visto in TV il nuovo spot di Wind 2018, con tanto di bella musica come colonna sonora, e volete sapere come si chiama la canzone della pubblicità con la promozione WindHome Fibra 1000 Mb più 100 GIGA per le SIM ricaricabili? Allora anche a voi ha colpito la scelta del jingle e forse grazie a questo la campagna pubblicitaria avrà un buon successo, così come il prodotto.

In particolare nello spot di Gennaio 2018, vediamo che il testimonial Giorgio Panariello ci spiega la promo WindHome Family Edition: FIBRA fino a 1000 MB e 100 GIGA/mese per le ricaricabili Wind della tua famiglia a 24.90€/mese. Il prezzo è bloccato e l’attivazione è gratuita, ma a voi interessa solo conoscere il titolo del brano musicale che fa "DUA A P DUA" scelto come sigla per il video promozionale non è vero?


Allora interessiamoci della musica subito!

Canzone Pubblicità Wind 2018 - Spot offerta WindHome Fibra e 100 GIGA mobile

Ebbene, senza perdere ulteriore tempo, perché siete davvero curiosi di scoprire titolo e cantante o gruppo che ha composto questa colonna sonora. La canzone della pubblicita’ Wind 2018, spot con l'offerta WindHome Fibra 1000 Mb e 100 GIGA per le SIM ricaricabili in onda su TV, Web e Radio nel mese di Gennaio, si chiama Katchi ed è un pezzo di Ofenbach feat. Nick Waterhouse. Nel testo, ci sono comunque le parole DUA A P DUA!!!!

Se per caso mi sono sbagliato, e non è questa la canzone Wind 2018 gennaio, vi prego di lasciare un commento e correggerò subito aggiornando l’articolo con il titolo corretto!

Di seguito vi lascio i due filmati presi da YouTube, ossia il video dello spot pubblicitario di cui vi ho parlato e quello della colonna musicale scelta.
[ads-post]
[youtube src="J30ASNF8erA"/]

[youtube src="Ycg5oOSdpPQ"/]
Non è questo il video che avete visto? Provate allora a cercare tra le mie raccolte con tutte le pubblicità di Wind o gli spot di Gennaio 2018 e sono sicuro che troverete la canzone pubblicita’ di Wind del 2018 che state cercando in questo momento!
EDIT
Powered by Blogger.