[right-side]
Microsoft aveva già aggiunto OneDrive in Windows 8.1, ma nella nuova versione del sistema operativo ha applicato alcune modifiche per rendere il servizio cloud ancora più semplice da utilizzare, anche dovendo rinunciare a qualche funzione In Windows 10 come nella versione 8.1 non c’è bisogno di installare del software aggiuntivo per avvalersi del cloud OneDrive: ora è tutto integrato direttamente nel sistema operativo, e l’utente può attivare il servizio semplicemente inserendo i dati del proprio account Microsoft. Rispetto a Windows 8.1, qualcosa è cambiato: il metodo di sincronizzazione dei file fra PC e cloud ora assomiglia molto di più a quello dei principali servizi cloud concorrenti, per esempio Dropbox. In particolare, a seguito dei feedback ricevuti dagli utenti, Microsoft ha deciso di eliminare i cosiddetti Smart Files, ossia i collegamenti ai file originali visualizzati nelle cartelle locali ma fisicamente memorizzati nel cloud di Microsoft. L'obbiettivo degli Smart Files è risparmiare lo spazio sul disco del PC, lasciando all’utente la possibilità di avere una vera copia locale soltanto per i file più importanti, di cui si ha bisogno anche quando non si è collegati ad Internet. Secondo alcuni commenti ricevuti da Microsoft, questa funzione può generare confusione negli utenti, che rischiano di trovarsi senza la possibilità di accedere offline a un certo documento quando necessario, inoltre non tutte le applicazioni sono in grado di aprire gli Smart Files, che in questo caso devono necessariamente essere memorizzati sul disco locale. In Windows 10 gli utenti hanno solo la possibilità di scegliere quali cartelle di OneDrive sincronizzare. Dal pannello di configurazione di OneDrive è possibile in qualunque momento selezionare una o più cartelle da utilizzare, che verranno quindi fisicamente copiate sul disco fisso e poi sincronizzate. Tutto il resto resta accessibile soltanto via web. OneDrive di Windows 10 potrebbe svilupparsi ancora, con la funzione di ricerca da Windows in tutte le cartelle archiviate in OneDrive, sia quelle sincronizzate sia quelle solo su cloud. Questa e altre novità di OneDrive in Windows 10 potranno essere aggiunte in seguito, tramite aggiornamenti software. Microsoft intende infatti riportare su Windows le funzionalità chiave degli Smart Files, anche se non ha ancora detto come, e ha anche preannunciato che ci saranno altre novità per chi deve gestire un grande numero di fotografie archiviate su cloud e ha poco spazio sul proprio disco fisso.

Scoprendo tutte le nuove funzioni di OneDrive, scoprirete anche:
  • come selezionare cartelle OneDrive da sincronizzare
  • come condividere file e cartelle OneDrive da Windows 10
  • come controllare lo spazio a disposizione in OneDrive
  • come impostare settaggi avanzati OneDrive

OneDrive, il cloud per Windows 10

Che cos'è

OneDrive, che in precedenza era chiamato SkyDrive, è il servizio cloud di Microsoft, un sistema per l’archiviazione di file in Internet che può essere molto valido sia per applicazioni di backup, sia per la condivisione di documenti con altri sistemi, anche smartphone o tablet. Tra i vari servizi cloud, quello di Microsoft era il più ‘generoso’ e quindi molto allettante: di base ogni utente iscritto poteva ricevere 15 GB di spazio gratuito, che raddoppiavano se si installava la relativa app sul proprio smartphone e si attivava la sincronizzazione delle foto scattate dal telefono. Non solo, se si invitava un proprio amico ad iscriversi al servizio e questi accettava l’invito, si ricevevano ulteriori 5 GB gratuiti per ogni amico iscritto. Purtroppo dal 2016 non sarà più così: la versione gratuita di OneDrive darà ad ogni utente ‘solo’ 5 GB di spazio su cloud. Ovviamente Microsoft offre piani a pagamento con fino a 1 TB di spazio, a fronte di un canone d’abbonamento. Ma anche in questo caso dal 2016 ci saranno novità: le tariffe che ora sono di 1,99 euro al mese per 100 GB, di 3,99 per 200 e di 7 per 1 TB (quest’ultima versione resterà disponibile, sempre con incluso il canone di Office 365), cambieranno, con un unico piano da 1,99 euro/mese e per 50 GB. OneDrive è sempre stato disponibile come applicazione separata fino a Windows 8.1, dove è stato perfezionato nel sistema operativo. Naturalmente è così anche in Windows 10, ed è evidente già dal primo avvio del sistema, quando appare il messaggio che invita ad utilizzare il servizio cloud di Microsoft. Una volta registrati al servizio e inserite le proprie credenziali nel sistema, si può accedere ai servizi di OneDrive. L’integrazione fra il cloud e il sistema operativo è semplice: occorre soltanto indicare quali cartelle di OneDrive si intende sincronizzare con il PC, successivamente ogni modifica fatta a queste cartelle verrà applicata anche a quelle su cloud e viceversa. Praticamente, se nelle cartelle OneDrive del PC copiamo un file, dopo pochi minuti lo troveremo anche nelle cartelle OneDrive in Internet, se cancelliamo qualcosa, verrà cancellata la stessa cosa sul cloud. I file sono fisicamente archiviati sia su PC sia su cloud, e la sincronizzazione avviene in background quando è disponibile una connessione ad Internet. Inoltre OneDrive è un buon sistema anche per la condivisione dei propri file con altri utenti: se necessario, infatti, il sistema fornisce un link al documento da inviare alle persone con cui si intende condividerlo, e consente anche di determinare se l’accesso al file deve avvenire solamente in lettura o se può anche essere modificato.

Partiamo con lo scoprire tutte le novità di OneDrive in Windows 10.

Come cambia One Drive in Windows 10: tutte le novità

1. Pronto da subito

In Windows 10 non bisogna installare nessun programma aggiuntivo per utilizzare OneDrive, perché è integrato nel sistema: un clic sulla sua icona nella barra delle applicazioni e viene richiesto di inserire le proprie credenziali oppure di registrarsi per un nuovo account, dopodiché si potrà usufruire di tutto lo spazio di archiviazione online come backup o per la condivisione di file.

[ads-post]

Novità One Drive in Windows 10 scelta cartella da sincronizzare

2. Come fare la sincronizzazione selettiva

Durante la fase di configurazione di OneDrive su Windows 10 bisogna selezionare quali cartelle sincronizzare con il PC. Il contenuto delle cartelle verrà replicato nel disco fisso e ogni modifica nei file locali verrà applicata anche a quelli online e viceversa. È possibile aggiungere nuove cartelle o eliminarne altre in ogni momento, dal pannello di controllo OneDrive di Windows.

Novità One Drive in Windows 10 sincronizzazione

3. Su PC, web, tablet o smartphone

Le cartelle di OneDrive si trovano online e vengono replicate sul PC dell’utente, ma Microsoft ha reso disponibili delle app che consentono di usufruire dei servizi cloud OneDrive anche dagli smartphone e dai tablet. È anche possibile accedere ai file di OneDrive da qualunque browser web, collegandosi all'indirizzo onedrive.live.com.

Novità One Drive in Windows 10 spazio

4. Tanto spazio a disposizione

Chi si registra a OneDrive ha disposizione da subito ben 15 GB di spazio online gratuito, che possono raddoppiare se si installa anche la relativa app sul proprio smartphone e si imposta la sincronizzazione automatica del rullino fotografico. E se si invitano amici e conoscenti a registrarsi al servizio si ottengono altri bonus che fanno crescere ancora di più lo spazio gratuito disponibile.

Novità One Drive in Windows 10 cartelle

5. Le cartelle OneDrive in Windows

OneDrive è pienamente integrato in Windows 10. Le cartelle sincronizzate con il cloud appaiono nel file manager del sistema operativo e possono essere utilizzate come qualsiasi cartella anche per aprire e salvare file direttamente dalle applicazioni. Con il vantaggio che, qualsiasi azione venga compiuta, sarà replicata anche nel cloud nel giro di pochi minuti.

Novità One Drive in Windows 10 controllo stato sincronizzazione

6. Sincronizzazione sotto controllo

La sincronizzazione dei file di OneDrive avviene in background senza necessità di intervenire da parte dell’utente. L’icona di OneDrive nella barra delle applicazioni, con due nuvolette sovrapposte, mostra però se il sistema è in fase di sincronizzazione o se l’operazione è terminata. Un clic con il mouse su di essa mostra inoltre una finestra con i dettagli dello stato attuale di OneDrive.

Novità One Drive in Windows 10 velocità sincronizzazione

7. Sempre aggiornati

In fase di sincronizzazione l’icona di OneDrive nella barra delle applicazioni di Windows 10 indica con due freccine su sfondo blu che è in corso l’operazione. Nel caso si tratti di grandi quantità di dati è possibile conoscere lo stato di avanzamento della sincronizzazione semplicemente facendo clic con il mouse sull’icona di OneDrive.

Novità One Drive in Windows 10 notifiche

8. Le notifiche del sistema

Windows 10 prevede una barra delle notifiche che appare come una fascia verticale a destra dello schermo. Per farla apparire occorre fare clic con il mouse sulla relativa icona (quella che riporta una specie di fumetto, sempre nella barra delle applicazioni). Nelle notifiche del sistema si trovano anche tutti i messaggi relativi al servizio cloud di Microsoft.

Novità One Drive in Windows 10 condivisione

9. Condivisione semplice

Dalle cartelle OneDrive di Windows 10 è possibile condividere i file memorizzati con altri utenti in modo molto semplice e veloce. Facendo clic con il tasto destro del mouse sul documento da condividere appare infatti un menu contestuale nel quale vengono presentate diverse opzioni di condivisione di OneDrive.

Novità One Drive in Windows 10 configurazione avanzata

10. Configurazione avanzata

È possibile in qualsiasi momento modificare la configurazione di OneDrive nel proprio PC Windows 10 tramite un apposito pannello di controllo. Per accedervi è sufficiente fare clic con il tasto destro del mouse sull’icona di OneDrive nella barra delle applicazioni del sistema e quindi selezionare dal menu contestuale la voce Impostazioni.
ATTENTI! State per spendere 67€ ma non sapete ancora delle OFFERTE LAMPO DI AMAZON? Potrete spendere anche meno della metà e quindi risparmiare bei soldi! Provate a vedere se OGGI ciò che cerchi è in OFFERTA al prezzo che VI PIACE!

Tutte le novità di OneDrive in Windows 10, che ora è già integrato. Scopri come funziona, come selezionare le cartelle da sincronizzare e tutte le funzioni

EDIT
Powered by Blogger.